10 Marzo 2019

Premio nazionale al Presepe vivente di Resuttano

Resuttano. “U Presepiu Viventi” di Resuttano – 20° edizione era stato ammesso alle votazioni per il sesto concorso del premio Italive 2018. Nelle scorse ore è arrivata la comunicazione che il Presepe Vivente di Resuttano si è classificato terzo, nalla sezione eventi folkloristici e rievocazioni storiche, con 810 voti, dietro La notte dei falò e dei desideri di Potenza, prima con 2.000 voti, e il Presepe Vivente di Canosa di Puglia, secondo con 1.015 preferenze. Un grande riconoscimento per un piccolo paese e una piccola comunità religiosa come quella di Resuttano, guidata dall’ arciprete don Ignazio Carruba. La premiazione avverrà a Roma venerdì 22 marzo alle ore 11, nell’ area archeologica dello stadio di Domiziano. Italive è un progetto patrocinato dal ministero dei Beni Culturali e del Turismo e dal ministero dell’ Ambiente, promosso da Codacons e Comitas con la partecipazione di Autostrade per l’ Italia e la collaborazione di Coldiretti. È un programma di promozione turistica. Sono state le votazioni espresse dai visitatori e giudicate da una commissione di esperti a determinare il vincitore.La particolarità del presepe di Resuttano è rappresentata dall’ ambientazione dove viene svolto. Nel vero centro storico del paese, sono proprio le antiche e strette strade, le case di gesso ed i tetti fatti di canne a rendere lo scenario più suggestivo e naturale e a far sembrare il tutto più reale. Il riconoscimento ripaga tutti i volontari che si sono prodigati negli anni per la realizzazione della rappresentazione.«Il presepe vivente oramai fa parte della storia di Resuttano – afferma l’ arciprete Ignazio Carrubba – ne è diventato uno dei simboli più belli e importanti. È una formula vincente, che piace alla gente, tanto che attira tantissimi visitatori da tutta la Sicilia».Gandolfo Maria Pepe.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox