29 Marzo 2011

PRECARI DELLA SCUOLA: PRIMA CLAMOROSA SENTENZA IN FAVORE DEI NOSTRI RICORRENTI!

PRECARI DELLA SCUOLA: PRIMA CLAMOROSA SENTENZA IN FAVORE DEI NOSTRI RICORRENTI!

IL MIUR CONDANNATO A VERSARE CIRCA 47.000 A A.M E P.M PRECARI DELLA SCUOLA DA QUASI UN DECENNIO

IL TRIBUNALE DI MILANO GLI RICONOSCE RISPETTIVAMENTE 9 E SEI MENSILITÀ STIPENDIALI, LE (SACROSANTE!) DIFFERENZE RETRIBUTIVE NONCHÈ L’ANZIANITA MATURATA

E’ SOLO LA PRIMA VITTORIA…ORA TOCCA ANCHE A TUTTI GLI ALTRI 2000 PRECARI CHE SI SONO RIVOLTI AL CODACONS

CHI NON AVESSE ANCORA AGITO PUÒ FARLO FINO AL 31 MARZO 2012 IMPUGNANDO IL CONTRATTO DELL’ANNO SCOLASTICO IN CORSO

Finalmente raccogliamo i primi frutti del nostro impegno contro il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e, soprattutto, contro l’odiosa prassi dei contratti a termine.

IL MIUR, FINALMENTE, È STATO CONDANNATO DAL TRIBUNALE DI MILANO CON SENTENZA DEPOSITATA IERI A VERSARE A DUE PRECARI ASSISTITI DAL CODACONS, RISPETTIVAMENTE, NOVE E SEI MENSILITÀ DELLE ULTIME RETRIBUZIONI GLOBALI DI FATTO DA LORO PERCEPITE (UNA PER CIASCUN ANNO DI SERVIZIO), OLTRE AGLI INTERESSI LEGALI MATURATI.

Non è tutto: proprio come richiesto dall’Associazione con forza in questi mesi la P.A dovrà “Pagare a ogni ricorrente le differenze tra quanto percepito da ciascuno di loro in forza dei contratti a tempo determinato impugnati e quanto avrebbero dovuto percepire se fossero stati correttamente collocati nei gradoni stipendiali previsti dalla successione dei CCNL del comparto scuola in base all’anzianità di servizio maturata, oltre interessi legali fino al saldo”. E ancora, si legge nella sentenza che, il Giudice “dichiara il diritto di ogni ricorrente al riconoscimento dell’anzianità maturata dalla prima assunzione e alla collocazione nella relativa classe stipendiale”.

Fin dalle prime udienze stiamo ripagando la fiducia di chi si è affidato a noi e faremo lo stesso con tutti i nuovi aderenti!

NON CI ACCONTENTIAMO, VOGLIAMO CHE LA P.A VENGA CONDANNATA IN OGNI CAUSA PER AVER COMPROMESSO LE ASPETTATIVE DI VITA, OLTRE CHE DI CARRIERA, DI DECINE DI MIGLIAIA DI SUOI LAVORATORI.

La Pubblica Amministrazione ha abusato per troppo tempo dello strumento della contrattazione a termine (per soddisfare esclusivamente le proprie esigenze in fatto di carenza d’organico), dimostrando di non preoccuparsi affatto del futuro lavorativo, oltre che delle difficoltà quotidiane, di una grandissima percentuale di suoi dipendenti.

L’ERRORE PIÙ GRAVE COMMESSO DAL MIUR È STATO QUELLO DI SOTTOVALUTARVI E SOTTOVALUTARE LA GIUSTIZIA ITALIANA.

A breve si terranno via via tutte le udienze degli altri ricorsi individuali, di chi si è affidato a noi, e siamo convinti di potervi dare altre informazioni positive in merito.

SE NON HAI ANCORA AGITO COSA ASPETTI? Il CODACONS riapre i termini per l’adesione di tutti coloro che hanno attualmente un contratto in corso e impugnandolo possono ancora agire!

Per ricevere il modello della lettera di impugnativa del contratto attualmente in corso (stipulato con il Miur) e tutta la modulistica per aderire dell’azione CLICCA QUI


C’È TEMPO FINO AL 31 MARZO PROSSIMO, AFFRETTATEVI!!!

Per tutte le informazioni al riguardo è attivo tutti i giorni il call-center nazionale dell’Associazione, l’892.007 (Costi: rete fissa scatto 30 cent al minuto 76 cent, Tim scatto 16 cent al minuto 94 cent, Vodafone scatto 16 cent al minuto 94 cent, Wind scatto 15 cent al minuto 97 cent, Tre scatto 31 cent al minuto 2,59 euro).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox