fbpx
26 Giugno 2013

Prati, bottiglie vuote e feci di cane: l’ appello al sindaco Marino

Prati, bottiglie vuote e feci di cane: l’ appello al sindaco Marino

“Saremo costretti a raccogliere le feci dei cani e a portarle al Sindaco”. Carlo Rienzi, presidente della Codacons , si rivolge a Ignazio Marino , perché visiti le strade degradate della Capitale e si adoperi per la loro riqualificazione. FECI DI CANE SU VIALE ANGELICO – In questi giorni, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori sta ricevendo numerose segnalazioni da parte dei cittadini. Intorno alla caserma di viale Angelico , marciapiedi disseminati di feci di cane che i proprietari mancano puntualmente di raccogliere. BOTTIGLIE, CARTACCE E MOZZICONI – Incuria e degrado anche in via Simone De Saint Bon e via Costantino Morin , specialmente durante il week-end , tra venerdì e domenica. Centinaia di minorenni stanziano fuori dai numerosi locali del quartiere a partire dalle 18, lasciando per le strade bottiglie vuote – che riescono ad acquistare indisturbati – , mozziconi di sigarette e cartacce . Stesso problema sul Lungotevere . Di notte gremito di gente, di giorno rigurgitante immondizia. Annuncio promozionale “MARINO VISITI IL DEGRADO DI ROMA” – Il Codacons chiede al nuovo Sindaco di non chiudere gli occhi di fronte al problema sollevato dai residenti: “Invitiamo il sindaco Ignazio Marino a visitare con noi i punti più critici della città durante un qualsiasi week-end, per rendersi conto dell’ incuria e del degrado di Roma”. Se Maometto non andrà alla montagna, saranno i Romani a far visita a Marino: con un dono, le feci di cane.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox