8 Novembre 2019

Prandini: «Subito un piano straordinario o torneremo in piazza ma non così pacifici»

Al termine della manifestazione organizzata da Coldiretti e che ha avuto l’ adesione di sindaci, sindacati Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil,associazioni ambientaliste e di consumatori come Symbola, Terranostra, Federparchi, Federconsumatori, Codacons, Adusbef, Centro Consumatori Italia, Aiab, Associazione per l’ agricoltura biodinamica e Legambiente, il presidente nazionale dell’ as sociazione agricola Ettore Prandini ha annunciato un piano straordinario per garantire la sicurezza nelle città e nelle campagne. Prandini ha presentato un pacchetto di misure, da tradurre in un emendamento alla legge di Bilancio, finalizzato a semplificare le norme che consentano alle Regioni di mettere a punto piani per il contenimento dei cinghiali e della fauna selvatica. «Se le com missioni parlamentari, dall’ Agricoltura all’ Ambiente e alle Finanze, non voteranno il provvedimento torneremo in piazza ma – ha detto Prandini – questa volta non in modo così pacifico perché siamo esasperati». «Consegneremo il vostro documento a commissione Agricoltura per fare in modo che sia convocata una vostra audizione» ha assicurato il presidente della Conferenza Regioni Stefano Bonaccini dal palco della manifestazione. Intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini: «Occorre un piano di ridimensionamento di quella che è ormai diventata una calamità naturale. Il resto sono solo chiacchiere».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox