14 Aprile 2017

Povertà. Codacons. “Il numero di italiani poveri è aumentato di 1.469.000 persone”.

Povertà. Codacons. “Il numero di italiani poveri è aumentato di 1.469.000 persone”.

Agenpress – Nessun miglioramento sul fronte della povertà in Italia, con i numeri che appaiono al contrario in peggioramento. Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell’Istat relativi al 2015.

“La povertà assoluta nel 2015 coinvolge il 6,1% delle famiglie residenti; un dato addirittura peggiore rispetto a quello registrato dall’Istat nel 2010 quando, in piena crisi economica, la quota di famiglie in povertà assoluta si fermava al 4,6% – spiega il presidente Carlo Rienzi – In 5 anni il numero di cittadini poveri è passato da 3.129.000 a 4.598.000 individui: questo significa che il numero di italiani in condizioni di povertà è aumento di 1.469.000 persone”.

“Numeri in grave peggioramento che hanno un unico responsabile: la classe politica. Mentre infatti gli italiani si impoverivano, i governi di ogni colore non sono stati in grado di arginare il fenomeno povertà, mentre hanno saputo benissimo alimentare sprechi e tutelare privilegi ed  emolumenti vari” – conclude Rienzi.

Pasqua: Italiani spenderanno 1,1 miliardo di euro per imbandire le tavole

Agenpress. 1,1 miliardo di euro tra alimenti, bevande e dolciumi vari. Questa la spesa che affronteranno gli italiani per imbandire le tavole in occasione della festività di Pasqua.

“La spesa delle famiglie per la Pasqua subirà quest’anno un sensibile incremento rispetto al 2016, dovuto essenzialmente alla raffica di rincari che da inizio 2017 ha interessato il comparto alimentare, a causa del maltempo e delle speculazioni – spiega il presidente Carlo Rienzi – A pesare anche il caro-carburante, con effetti a catena sui prodotti trasportati e in generale sui listini al dettaglio. Una situazione che porterà la spesa degli italiani per la Pasqua ad aumentare mediamente del +4,5% rispetto allo scorso anno”.

In base ai dati Codacons, che come ogni anno realizza il monitoraggio ufficiale sui consumi pasquali, gli italiani spenderanno complessivamente quasi 1,1 miliardo di euro per imbandire le tavole a Pasqua: non mancheranno agnello, salumi, uova, nel rispetto della tradizione a cui le famiglie non intendono rinunciare nonostante i forti rincari dei prezzi.

31,7 milioni di uova di cioccolato e circa 27 milioni di colombe arriveranno nelle case degli italiani, ma saranno dolci “salati”: mediamente quest’anno un uovo di cioccolato costa il 7% in più rispetto al 2016, mentre per la colomba i rincari medi sono del +6%.

“Ancora una volta a vincere sarà la tradizione e gli italiani, nonostante i forti rialzi dei prezzi nel settore alimentare, non rinunceranno al classico pranzo di Pasqua in famiglia, malgrado la situazione attuale determinerà per le tasche dei consumatori un maggior esborso in media del +4,5% rispetto al 2016” – conclude Carlo Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox