24 Aprile 2018

Potenza: botte e porno in classe, arrestato insegnante

 

Schiaffi e punizioni corporali, sia a un’alunna disabile che ai suoi compagni di classe. È questa l’accusa con cui il gip di Potenza ha disposto l’arresto e i domiciliari per un insegnante di sostegno.

LE LACRIME PRIMA DI ENTRARE A SCUOLA. La denuncia è partita dei genitori. La bambina affidata all’insegnante di sostegno era affetta da invalidità motoria e cognitiva e aveva cominciato a piangere tutte le volte che doveva entrare in classe. Le indagini dei carabinieri di Potenza hanno svelato come questo «stato totale di prostazione» fosse dovuto al trattamento che le riservava il suo insegnante di sostegno. Ogni giorno la insultava, le tirava i capelli e le dava schiaffi e pizzichi. Ora l’uomo è accusato del reato, aggravato e continuato, di i maltrattamenti verso fanciulli.

INSULTI AGLI ALTRI ALUNNI: «PORCI E MAIALI». Dal lavoro dei militari è emerso anche che l’insegnante insutava i compagni di classe della bambina, chiamandoli «porci» e «maiali». In particolare li avrebbe minacciati perchè non riferissero alle loro famiglie che mentre sostituiva le maestre di ruolo guardava foto pornografiche sul proprio pc. Il Codacons è intervenuto su questa vicenda, sottolineando la necessità di stringere i controlli nelle aule: «L’ultimo episodio registrato a Potenza rende ancora più urgente l’adozione di sistemi di videosorveglianza per evitare abusi e violenze nelle scuole».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox