28 Febbraio 2003

Possibile un accordo tra consumatori e Ania



ROMA ?- Primo tavolo di confronto tra Ania e Coalizione dei consumatori che dopo mesi di scontri diretti hanno avviato ieri un giro di consultazioni per risolvere la questione Rc Auto. L`incontro di ieri tenutosi all`Unione nazionale dei consumatori ha riguardato i temi più diversi: dal contenimento delle tariffe, alla creazione di un fondo per la prevenzione degli incidenti fino al decreto legge del governo che i consumatori continuano a definire iniquo. L`Intesa dei consumatori sta studiando un`ipotesi di accordo da proporre all`Ania per risolvere la questione dei rimborsi Rc auto e per far decadere il decreto «salva compagnie» approvato dal governo. E` quanto annunciano le associazioni dei consumatori che in questi giorni stanno portando avanti il confronto con le assicurazioni. Il problema dei rimborsi (che l`Intesa ha sempre ritenuto prioritario nella trattativa con l`Ania) potrebbe essere risolto «in maniera extragiudiziale», spiega Rosario Trefiletti di Federconsumatori, senza dover cioè necessariamente presentare riscorso. «Stiamo ragionando sulla possibilità di un accordo che dia una risposta positiva ai cittadini e che nel contempo non rovini le imprese. Trovare ora una soluzione al problema – afferma Trefiletti – significherebbe soprattutto far decadere l`utilità del decreto legge sui ricorsi». Prima che fosse emanato il provvedimento, l`Intesa aveva già studiato alcune strade possibili da seguire: da uno sconto sulle polizze future per chi non abbia cambiato compagnia a interventi sulle classi di bonus malus, fino a un rimborso vero e proprio inferiore al 20% dei premi. L`Intesa dei consumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori) è inoltre disponibile a discutere con l`Ania sul contenimento delle tariffe e sulla creazione di un fondo per la prevenzione degli incidenti stradali. Per ribadire il proprio dissenso contro il decreto del governo le associazioni organizzeranno però oggi un sit-in di protesta davanti a Montecitorio. «Siamo convinti che l`incontro di Ania-consumatori possa aprire una nuova fase di dialogo tra le parti e ci auguriamo che esso possa contribuire a realizzare un clima costruttivo in un settore in cui ci sono state certamente troppe tensioni e polemiche». Questo è quanto affermato dal vice ministro alle Attività produttive, Adolfo Urso, a margine di un incontro con il direttore generale del Wto. «Siamo convinti che sia giunto il momento – ha spiegato Urso – in cui le compagnie assicuratrici debbano mostrare maggiore disponibilità, dando segnali significativi di contenimento o, meglio ancora, di riduzione delle tariffe». La via del dialogo, ha sottolineato in conclusione il vice ministro, «siamo convinti che sia la migliore per trovare soluzioni che portino al contenimento, o meglio ancora, alla riduzione delle tariffe, premiando soprattutto i consumatori virtuosi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox