10 Gennaio 2012

Portafogli più vuoti di 629 euro  

Portafogli più vuoti di 629 euro
  tariffe e rincari, ecco quanto costerà la stangata alla famiglia pistoiese tipo la voce che graverà di più sul bilancio sarà quella dell’ imu, la nuova imposta municipale sulla prima casa

PISTOIA. Altro che la profezia Maya sulla fine del mondo. Il 2012 molto più concretamente sarà ricordato come l’ anno della stangata per le famiglie pistoiesi. L’ anno da poco cominciato si porterà dietro una serie di rincari che alleggeriranno non poco le già magre tasche dei pistoiesi. Per effettuare la nostra simulazione abbiamo preso una famiglia di 3 persone che paga il canone Rai, che per lavoro o studio si reca a Firenze in autostrada cinque giorni a settimana, che abita in un appartamento di 100 metri quadri con un reddito di 30 mila euro, una somma media depositata sul conto in banca superiore a 5 mila euro e un’ auto di media cilindrata a diesel che ha bisogno di due pieni ogni mese. Rispetto al 2011 questa famiglia "tipo" pagherà nel 2012 tra utenze varie 629 euro in più. La voce che pesa di più sul bilancio famigliare è quella dell’ Imu, l’ imposta municipale sugli immobili reintrodotta sulla prima casa dal Governo Monti al posto dell’ Ici. Vediamo nel dettaglio i rincari: Addizionale Irpef. Il sindaco Berti ha annunciato che l’ addizionale comunale rimarrà allo 0,3%. Su base strettamente pistoiese quindi non ci saranno aumenti. Ci saranno però su base "statale": il Governo Monti, dal primo gennaio di quest’ anno, ha previsto una maggiorazione dello 0,33% che vale per tutti i contribuenti, a prescindere dalla fascia di reddito. La Regione Toscana invece ha aumentato l’ addizionale Irpef dello 0,5% solo per chi guadagna più di 75 mila euro: l’ addizionale era ferma allo 0,9%, raggiungerà quindi l’ 1,40% di aumento complessivo. Prendendo però come esempio un reddito di 30 mila euro (quello della nostra famiglia "tipo"), l’ aumento regionale dello 0,5% non ci sarà, quindi ai 270 euro che venivano pagati fino ad oggi, si dovranno aggiungere "solo" i 99 euro calcolati sull’ addizionale allo 0,3% del Governo Monti, per un totale di 369 euro. Rispetto al 2011 quindi l’ aumento di Irpef per una famiglia che dichiara 30 mila euro è di 99 euro. Totale: 369 euro. Rincaro: 99 euro. Benzina. Con l’ entrata in vigore della manovra Monti sono state aumentate dell’ 8,2% cent/litro le accise sulla benzina, e dell’ 11,2% cent/litro quelle sul diesel. L’ incremento si somma ai precedenti di giugno e luglio e alla "tassa di scopo" varata dal governo Berlusconi per rafforzare il fondo di riserva per le spese impreviste a seguito dell’ alluvione che ha colpito Liguria e Toscana. Il Codacons, l’ associazione nazionale a difesa dei diritti dei consumatori, ha calcolato che per un’ auto di media cilindrata che effettua il pieno due volte al mese, l’ aumento sarà di 239 euro per il diesel e di 219 euro per la benzina. A Pistoia rispetto alla nostra ultima rilevazione dell’ 8 dicembre su un campione di 19 distributori, la verde alla data del 5 gennaio scorso costa in media 1,724 euro al litro contro gli 1,639 euro di un mese fa. L’ aumento è stato di 9 centesimi, qualcosa in meno rispetto a quanto è avvenuto in altre città italiane. Meno importante l’ incremento del prezzo dei diesel, che aveva avuto un’ impennata proprio nei mesi scorsi. Il prezzo medio a Pistoia è di 1,643 euro al litro, con gli 1,631 di un mese fa. Il gpl l’ 8 dicembre costava 0,715 euro al litro e il 5 gennaio, in media, 0,723. Passando al prezzo del pieno, per 50 litri di verde oggi occorrono in media 86,216 euro contro gli 81,974 di un mese fa. L’ aumento di prezzo è di 4,24 euro. Quanto al diesel, il pieno costa 82,139 euro contro 81,537 dell’ 8 dicembre. L’ incremento è di 0,64 euro. Ancora inferiore l’ aumento di prezzo del gpl: il pieno passa da 35,750 a 36,150 euro al litro, cioè 0,40 euro in più. Il consiglio, se possibile, è quello di effettuare il rifornimento self-service a distributore chiuso, approfittando dei consistenti sconti effettuati. Totale annuale: 2.069 euro. Rincaro: 4,24 euro sul pieno. Canone Rai. Passa da 110,50 euro a 112 euro. L’ aumento rispetto al 2011 è stato quindi di 1,50 euro. Un ritocco che l’ azienda ha spiegato come un adeguamento economico automatico all’ inflazione. Totale: 112 euro. Rincaro: 1,50 euro. Imu. Da una simulazione del Servizio Entrate del Comune su un appartamento di 100 metri quadri di tipologia A3, la più comune a Pistoia, la famiglia pagherà 236,80 euro di Imu considerando l’ appartamento una prima casa, se invece fosse una seconda casa l’ Imu da pagare sarebbe di 829,90 euro. L’ ipotetico proprietario della casa, prima della reintroduzione dell’ Ici sulla prima casa, abolita dal governo Berlusconi nel 2008, avrebbe pagato 267 euro. Totale e rincaro: 236,80 euro. Rc Auto. La Provincia ha deliberato nel giugno scorso di aumentare l’ aliquota dal 12,5% al 15,5% (il massimo consentito era il 16%). Questo significa che se una famiglia pagava 500 euro di assicurazione, adesso pagherà 515 euro. In generale l’ aumento è di circa 3 euro ogni 100. Totale: 515 euro. Rincaro: 15 euro. Rendita catastale. In base alla simulazione ricevuta dal Servizio Entrate del Comune su un appartamento di 100 mq di tipologia A3, la rendita catastale andrebbe tra 200 e 900 euro. Tassa sul Risparmio. Secondo la nuova tassa introdotta dalla manovra di bilancio del Governo Monti se una famiglia tiene sul conto una somma media superiore a 5 mila euro, pagherà 34,20 euro di tassa. Totale e Rincaro: 34,20. Per la nostra famiglia pistoiese "tipo", il 2012 si conclude con una spesa totale di circa 8.664 euro. Circa 629 euro in più di quanto spendeva nel 2011. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox