30 Settembre 2016

Ponte sullo Stretto, Brunetta: “Renzi depista per non parlare del referendum”

Ponte sullo Stretto, Brunetta: “Renzi depista per non parlare del referendum”
Il
capogruppo di Forza Italia alla Camera: “Con il Ponte sullo Stretto
Renzi vuole deviare l’ attenzione dell’ opinione pubblica su un tema che
non sia il referendum confermativo”

L’ accusa che Renato Brunetta muove al presidente del Consiglio è gravissima: “Dopo la figuraccia sulla data del referendum costituzionale, con la consultazione che si terrà venti giorni prima di Natale; dopo la figuraccia sulla scheda spot del quesito referendario, che gli è valsa critiche bipartisan e un ricorso del Codacons al Tar e alla Cassazione; dopo gli schiaffi beccati nei confronti pubblici fatti con i sostenitori del no e i fischi che i militanti del Pd gli hanno riservato alla sua festa dell’ Unità a Bologna; dopo aver mandato la fida Boschi in giro per il Sud America a caccia del voto degli italiani all’ estero…”. “Dopo tutti questi scivoloni – scrive su Facebook il capogruppo di Forza Italia alla Camera – oggi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, butta la palla in tribuna e tira fuori dal cilindro il Ponte sullo Stretto. Chiaro l’ obiettivo del premier. Deviare l’ attenzione dell’ opinione pubblica su un tema che non sia il referendum confermativo, considerando anche una campagna per lui tutta in salita e i sondaggi, che in modo unanime, danno il fronte del no in netto e crescente vantaggio”. Per Brunetta il capo del governo “prova dunque il depistaggio, da professionista del bla-bla-bla qual è. Il premier mai eletto vuole togliere dai giornali le polemiche per lo più da lui causate in merito al referendum, gli serve uno spartiacque, un cambio di gioco per ripartire”. Ma Brunetta è convinto di aver scoperto il gioco: “Mi spiace caro Renzi ma gli italiani ti hanno sgamato. Le tue balle, i tuoi trucchi non convincono più nessuno. Patetico e ridicolo . Cambia il tuo sbadato e superficiale ghostwriter. Presto, con la vittoria del no al referendum, andrai a casa”.
RAFFAELLO BINELLI

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox