14 Marzo 2021

POLITICHE MIGRATORIE: L’OCCASIONE MANCATA SULLE REGOLARIZZAZIONI DEI LAVORATORI STRANIERI

    Nell’ambito delle politiche migratorie una delle misure su cui ha puntato l’attenzione il Governo Conte era stato quello della regolarizzazione dei lavoratori stranieri impiegati nell’agricoltura e nei lavori di cura.
    La misura avrebbe dovuto aiutare a regolarizzare una fascia importante dei circa 500mila migranti irregolari presenti sul territorio nazionale per favorire il loro accesso alla sanità, tutelare la salute di tutti e garantire che alcuni settori considerati essenziali non rimanessero senza manodopera.
    A distanza di sei mesi la misura sembra essersi bloccata: un rapporto scritto dalla rete Ero straniero mostra che sono stati rilasciati solo 1.480 permessi di soggiorno su 207mila domande presentate. “Se i tempi di regolarizzazione fossero questi, ci vorrebbero decenni per concludere tutte le pratiche”, afferma l’organizzazione che chiede al ministero dell’interno di velocizzare la procedura per non vanificare la riforma. Il timore è inoltre che gli invisibili siano tagliati fuori dalle cure e dai vaccini, in un momento in cui il rischio per la salute di tutti è ancora più alto.”.
    Anche il Codacons condivide tali preoccupazioni e sposa l’idea di un intervento di riforma urgente delle leggi italiane sull’immigrazione, sull’asilo e sulla cittadinanza introducendo, come rimarcato anche nel rapporto di Ero straniero, canali di ingresso per lavoro che facilitino l’incontro dei datori di lavoro italiani con i lavoratori dei paesi terzi senza costringere chi migra a farlo attraverso rotte irregolari sempre più pericolose.
    Il Codacons garantisce il proprio impegno al miglior sviluppo delle misure a sostegno dei rifugiati e richiedenti asilo attraverso il Progetto Pandora, un progetto realizzato nell’ambito dell’annuale ripartizione della quota fondi otto per mille Irpef a diretta gestione Statale, vuole fornire un contributo concreto a sostegno dei rifugiati e richiedenti asilo.
    Ciascun cittadino straniero può avvalersi della consulenza legale, il supporto psicologico e socio assistenziale telefonicamente contattando l’Associazione al numero 06/62284092 nei seguenti giorni ed orari: LUNEDI, MERCOLEDI’ E VENERDI DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 13.00, MARTEDI E GIOVEDI DALLE 14 ALLE 17.,

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox