24 Novembre 2020

Poco personale, la metro C va in tilt per cinque ore

R O M A . Mattinata di caos per i passeggeri della m e t r o C di Roma: l’intera linea alle 5.30 non ha riaperto perché mancava il numero minimo di addetti ed è rimasta chiusa per circa cinque ore, quando con lo scattare del secondo turno le squadre si sono rinforzate. L’ipertecnologica m e t r o C, dotata di treni a guida automatica senza macchinista, con 19 km di tracciato e 2 stazioni, collega il q u a d r a n – t e est della Capitale con il centro. Lo stop ha prodotto ore di disagi, con bus sostitutivi «stracarichi: distanziamento addio», hanno raccont a t o alcuni passeggeri. m e n t r e sui social grandinavano le protesta, Atac ha avviato a c c e r t a m e n t i sulla indisponibilità di p e r s o n a l e , controllando «i documenti giustificativi giunti in azienda da parte del personale ass e n t e , a n c h e p e r v a l u t a r e eventuali azioni davanti alle autorità». p r e s e n t a r s i al lavoro sarebbero stati meno della metà degli addetti di linea previsti. «Da quello che ci risulta stamattina erano di dieci gli assenti – ha detto il s e g r e t a r i o regionale di Filt Cgil Daniele Fuligni- n o n è che ci siano 5 6 quarantene in più, ma che una metro così importante chiuda con 506 dipendenti assenti». Tra le ipotesi n o n si esclude una forma di protesta non d i c h i a r a t a . Il Codacons annuncia un esposto in Procura per interruzione di pubblico

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox