13 Gennaio 2019

Pneumatico distrutto: automobilista risarcito, la buca costa 760 euro

Danni per le buche: Assicurazioni di Roma sblocca le pratiche e arriva il primo risarcimento. Dopo 9 mesi di attesa, un’ inchiesta dell’ Ivass (l’ autorità di controllo sulle assicurazioni) e una serie infinita di procedure burocratiche, a Dario C. – ” vittima” lo scorso 5 marzo di una buca – sono arrivati i rimborsi. Il Campidoglio dunque pagherà 760 euro di indennizzo di cui 641 per i danni subiti e 119 euro per spese legali. La pratica è stata seguita dal Codacons che dopo l’ ondata di maltempo del gennaio 2018, aveva protocollato una pioggia di richieste per danneggiamenti a macchine e moto causati dalle strade groviera della capitale: “Stavo procedendo su via della Solfatara verso Santa Palomba, nel tratto di competenza del Comune di Roma” racconta Dario “quando su una buca molto profonda si è bucata la ruota anteriore sinistra. Sulla strada non c’ era alcun avviso del dissesto e la visibilità era scarsa, quindi evitarla era impossibile. A quel punto – prosegue – sono stato costretto a fermarmi e a chiamare un carro attrezzi per portare l’ auto dal meccanico. Non appena ho sbrigato tutte le procedure ho deciso di chiedere il risarcimento. Per i danni alla macchina e per le spese sostenute per ripararla. Sono molto soddisfatto – conclude – adesso però spero che arrivi il risarcimento anche per tutti gli altri che come me hanno subito disagi a causa delle strade dissestate “. E sono tantissimi: 850, con una somma di risarcimenti richiesti al Comune che ha toccato quota un milione di euro tra forature, sospensioni rotte, carrozzerie danneggiate e lesioni personali. Secondo i dati raccolti, tra gennaio e marzo dello scorso anno, su 80mila motociclisti uno su 5 avevano denunciato danneggiamenti. Tra gli automobilisti, invece, il numero degli incidenti causati dalle condizioni dell’ asfalto avevano superato i 230mila. Con una media di veicoli incidentati pari a 1 su 10. Eppure, anche se l’ associazione dei consumatori aveva subito avviato l’ iter burocratico depositando gli atti già nel mese di aprile, è stato necessario l’ intervento dell’ autorità di controllo sulle assicurazioni per accelerare i tempi. Dopo questa prima vittoria, la strada potrebbe essere tutta in discesa: ” Si tratta solo del primo risarcimento accolto, e ci aspettiamo che Assicurazioni di Roma accolga tutte le altre richieste di cittadini che hanno subito forature e danni a causa dell’ emergenza buche scoppiata a seguito delle nevicate dello scorso anno – afferma Carlo Rienzi, presidente del Codacons – intanto prosegue la class action per danni da dissesto stradale, alla quale è ancora possibile aderire “. email print.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox