13 Maggio 2010

Pizza fatale per un bimbo di 19 mesi

E’ morto strozzato da un pezzo di pizza. Sotto gli occhi impotenti di mamma e di un amico di famiglia. E’ la tragica sorte toccata a un bimbo egiziano di 19 mesi. E’ accaduto martedì sera a casa del piccolo, in zona Sempione. Non appena la mamma, di 25 anni, si è accorta che il figlio non riusciva più a respirare ha chiamato il 118 e poi il padre, quarantenne, che era ancora al lavoro. L’ uomo ha mandato a casa un amico di famiglia. Quando i soccorritori del 118 sono arrivati, il bimbo era già cianotico, hanno provato a rianimarlo. Quindi la corsa al Buzzi, dove è stato fatto tutto il possibile per salvarlo, senza successo. Il Codacons, l’ associazione a difesa dei consumatori, ricorda in una nota che «dati dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità, gli incidenti domestici sono la prima causa di morte tra i bambini da 0 a 6 anni». Per questo chiede al Ministero della Salute una campagna d’ informazione su come comportasi in casi di soffocamento. «Molti di questi incidenti, però – prosegue l’ associazione – potrebbero essere prevenuti se solo ci fosse maggiore informazione e si seguissero alcuni accorgimenti. In caso di soffocamento, ad esempio, è indispensabile che i genitori conoscano alcuni semplici cose da fare, come la Manovra di Heimlich (che serve a liberare le vie respiratorie ostruite Ndr), purtroppo sconosciuta alla gran parte delle mamme e dei papà. Spesso queste nozioni non sono insegnate nemmeno a chi frequenta i corsi pre-parto».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox