7 Dicembre 2017

Pizza. Codacons. Con la lira costava 6.500 lire (3,36 euro), oggi 6,85 euro, aumento del +103,9%

 

Agenpress – Anche il Codacons esprime soddisfazione per la decisione dell’Unesco di assegnare alla pizza napoletana il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità. L’associazione tuttavia ricorda come proprio la pizza sia uno dei beni che, con il passaggio dalla lira all’euro, ha subito rincari dei prezzi più elevati.

“Nel 2001, prima dell’introduzione della moneta unica, una pizza “margherita” costava mediamente in Italia 6.500 lire (ossia 3,36 euro); oggi la stessa pizza, a distanza di 16 anni, costa in media 6,85 euro, ossia più del doppio, con un aumento del +103,9% – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ma i rincari hanno riguardato tutte le tipologie di pizza diffuse nel nostro paese: la “4 stagioni” è passata dai 5,16 euro del 2001 (prezzo tradotto in euro) ai 9,50 euro di oggi (+84,1%); per la capricciosa si spendeva l’equivalente di 5,42 euro nel 2001, contro i 9,80 euro di media odierni (+80,8%)”.

“Si tratta di incrementi di prezzo che hanno reso sempre più gravoso per le famiglie trascorrere una serata in pizzeria, comportando un maggior esborso economico, e di aumenti assolutamente ingiustificati poiché non legati a rincari delle materie prime” – conclude il presidente Codacons.

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this