18 dicembre 2017

Più viaggi ma meno regali Un Natale tra luci e ombre

Claudio Fabretti Un Natale fai da te. Gli italiani non rinunciano alle spese per le feste, ma indirizzano gli acquisti soprattutto per viaggi e cenone. A scapito dei regali agli altri. Lo sostiene il Codacons, che ha monitorato le spese delle famiglie in occasione delle festività. Nessun aumento degli acquisti per le strenne natalizie: si resta, infatti, sui livelli del 2016. Addirittura in diminuzione il budget dedicato all’albero di Natale e agli addobbi per la casa (-3%). Una austerity natalizia fortemente condizionata dal clima di insicurezza sul futuro del paese e dalle preoccupazioni sul fronte del lavoro e del reddito – come sottolinea l’associazione dei consumatori.
Eppure, ci sono settori nei quali gli italiani non badano a spese. Uno di questi è il comparto alimentare: nessuno rinuncia al corredo di panettoni, pandori, torroni e dolci vari che contornerà ancora le tavole nazionali, con una previsione di spesa in crescita del +2,8% rispetto al 2016 per quasi 2,9 miliardi di euro investiti in pranzi e cene sotto l’albero.
Tra i comparti in ripresa anche l’elettronica e l’hi-tech, ma il vero boom si registrerà sul fronte online: un regalo su tre sarà scelto direttamente sul web.
Stabile per volumi e valori l’entità dei regali a parenti e amici. Complessivamente la spesa delle famiglie per le feste di Natale si attesterà sui 10 miliardi di euro, con un importo pro capite omnicomprensivo di regali, addobbi per la casa, alimentari ecc. stimato sui 166,6 euro.
Aumentano, invece, i ritardatari: il 54% degli italiani non ha ancora acquistato regali, in base a un sondaggio condotto da DoveConviene, la piattaforma digitale sulla quale oltre dieci milioni di cittadini si informano e pianificano il proprio shopping. Le tempistiche di acquisto sono principalmente legate alle offerte, che condizionano il 38% degli italiani. In generale, il 14% dichiara di acquistare anche mesi prima o almeno un settimana prima (27%). I ritardatari dell’ultimo momento sono, invece, solo il 21%, in aumento rispetto al 2016 in cui erano il 13%.
Intanto in giro per lo Stivale si moltiplicano gli eventi a sfondo natalizio. Invasione rossa a Venezia per la tradizionale regata dei Babbi Natale (foto), che ogni anno anticipa l’arrivo delle festività. Appuntamento in Galleria Vittorio Emanuele Secondo a Milano, invece, per vedere il «Panettone più grande del mondo».
riproduzione riservata ®

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this