9 Settembre 2003

Pitbull azzanna un bimbo di 4 anni

Pitbull azzanna un bimbo di 4 anni
Sirchia: un patentino per i cani pericolosi


Un bambino di 4 anni è stato azzannato a Torino da un cane pitbull che gli ha procurato ferite al viso e alle gambe. Il bimbo è ora ricoverato in gravi condizioni nell?ospedale Regina Margherita. È accaduto ieri mattina in via Tunisi: il piccolo, D.B., stava passeggiando con una baby-sitter quando, all improvviso, gli si è avvicinato il cane, scappato poco prima da uno stabile vicino. «Sembrava lo volesse solo annusare, come per aspettare una carezza» dirà più tardi un passante che ha assistito all?aggressione. Ma, con uno scatto improvviso, il pitbull si è avventato sul piccolo azzannandolo alla testa e poi alla gamba sinistra. Nel tentativo di separare il cane dal bimbo un passante, F.P., 60 anni, è rimasto anche lui leggermente ferito a una caviglia e a un ginocchio.
La proprietaria del cane, Vittoria Cavallaro, 67 anni, è accorsa alle grida del bimbo ed è riuscita a bloccare il pitbull. È stata indagata a piede libero per malgoverno di animali e omessa custodia. Il bambino è stato sottoposto a un intervento chirurgico per la ricostruzione del labbro lacerato dal cane.
Il Moige (Movimento italiano genitori), è intervenuto sull?episodio e ha chiesto al ministro Sirchia di disporre il sequestro di tutti gli esemplari di pitbull presenti in Italia (abbattendone alcuni e collocando gli altri con le stesse precauzioni che si adottano per le bestie feroci in circhi e zoo).
Commentando la vicenda, il ministro ha affermato che «stiamo pensando di costruire una tabella degli animali pericolosi che preveda anche un patentino con delle specifiche che il detentore dell?animale deve rispettare. Le cautele però non bastano mai e la museruola e il guinzaglio sono comunque da osservare. Il fenomeno – ha aggiunto – è preoccupante e certamente ci sono responsabilità che riguardano coloro che detengono gli animaali e i comportamenti degli animali stessi che a volte sfuggono al controllo. Chi detiene cani che possono essere aggressivi devono poter dare prova di essere persone di buon senso».
Anche Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, riuniti nell?Intesa dei consumatori, hanno preso posizione e hanno chiesto al ministro Sirchia l?istituzione di una licenza per l?acquisto di un cane di razza aggressiva.



Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox