21 Gennaio 2010

Pitbull azzanna bimba di 5 anni

Profonde ferite al volto e al collo e, in più, il parziale scuoiamento del capo. Sono le conseguenze subite da una bimba di cinque anni che ieri pomeriggio è stata assalita da un pitbull all’ interno del cortile di un’ abitazione in via Sciesa 7, a Paderno Dugnano. Subito dopo l’ aggressione, la piccola, terrorizzata e con il sangue su tutto il viso, è stata trasportata all’ ospedale di Niguarda dove i medici sono dovuti intervenire chirurgicamente per ridurre le ferite. Le condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. Il danno estetico verrà valutato in un secondo momento. In fatti del genere la legge è molto chiara. Il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere e del controllo del proprio animale, quindi risponde sia civilmente che penalmente dei danni o delle lesioni che questi arreca a persone, animali o cose. Ripristinare la black list La Polizia sta indagando per cercare di ricostruire la vicenda. Nel frattempo divampano le polemiche. A inaugurarle è stata il Codacons che, tramite il presidente Marco Donzelli, se l’ è presa con l’ ordinanza del sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che ha abolito la black list: l’ elenco delle 17 razze ritenute potenzialmente più pericolose. "Chiediamo un patentino obbligatorio per queste razze e il divieto di vendita e di allevamento per il pitbull", questa la richiesta di Donzelli. A rispondergli ci ha pensato la presidente dell’ Ente Nazionale protezione animali, Carla Rocchi: "La black-list dei cani pericolosi non ha evitato un solo caso di morsicatura". In precedenza era intervenuta lo stesso segretario alla Salute, Francesca Martini: "Sono vicina alla famiglia della piccola; quanto accaduto è l’ ennesimo grave episodio che si verifica in ambito privato per la mancanza di responsabilità dei proprietari". City.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this