7 Maggio 2018

Piste ciclabili insicure, l’esposto del Codacons: “Pronti a class action contro il Comune”

 

Arbusti, buche, fango alla prima pioggia. Gli amanti della bicicletta sanno bene quanto sia raro trovare un tratto di ciclabile fruibile in sicurezza. Le piste di Roma sono in pessime stato. E a lanciare l’allarme ci pensa il Codacons, associazione dei consumatori, con un esposto denuncia alla Procura di Roma, insieme a un’azione risarcitoria collettiva contro il Campidoglio in favore dei ciclisti romani.

“Le gravi carenze dell’infrastruttura ciclabile nella città rendono tali piste totalmente insicure e rischiose per l’incolumità degli utenti” denunciano in una nota. Troppe le insidie sulle ciclabili percorse tutti i giorni dai ciclisti.

“Da via della Moschea – dove si rischia di scivolare sugli arbusti e rimanere graffiati dai rami – a Ponte Sant’Angelo, dove il fango rende la banchina piena di solchi duri e scivolosi. Anche il percorso da ponte Mazzini, Risorgimento, Sant’Angelo, Sisto fino a Sublicio si rivela incerto e pericoloso”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox