23 Luglio 2014

Pioggia e grandine mezza capitale finisce sott’ acqua

Pioggia e grandine mezza capitale finisce sott’ acqua

IL RACCONTO CECILIA GENTILE ACQUAfino ai finestrini delle auto, romani e turisti con i piedi a mollo nei tunnel della metropolitana, sottopassi allagati. Traffico caos. «È la solita vergogna romana», denuncia Carlo Rienzi, presidente del Codacons, che chiede al sindaco Marino di licenziare i responsabili dell’ ennesima paralisi della capitale dovuta al maltempo». Non è stata una bomba d’ acqua come nello scorso febbraio, né tantomeno un’ alluvione. Eppure sono bastate una pioggia e una grandinata per mettere ancora in ginocchio la capitale. «Ciò che avviene a Roma quando piove non capita in nessun’ altra città del mondo, dove si riesce a far fronte anche a veri e propri uragani – protesta Rienzi – I disagi vissuti dai romani, poi, sono ancora più intollerabili se si considera che il maltempo era previsto da giorni, e che le esperienze passate avrebbero dovuto portare ad adottare misure preventive ». Non solo strade come fiumi, ma addirittura chiuse per l’ enorme quantità di acqua accumulata. Per l’ allagamento del sottovia di via Cilicia, sulla Colombo, vietata via Marco Polo, arteria strategica di collegamento tra l’ Eur, la Piramide e San Giovanni. L’ effetto sul traffico di tutto il quadrante sud è stato disastroso. «Cristoforo Colombo da evitare assolutamente », era il messaggio sul display di un taxi della centrale 5551 alle 13 di ieri. Una volta entrato nel sottopasso di via Cilicia chi era alla guida di moto e motorini si è ritrovato le gambe immerse nell’ acqua, gli automobilisti sono stati costretti a prove di abilità per guadare l’ anomalo fiume. Sempre per allagamenti è stata chiusa al traffico viale del Cara- vaggio. Ancora sulla Colombo, semafori in tilt all’ incrocio con via Rosa Guarnieri-Carducci, all’ altezza della Regione Lazio. Oltre alla pioggia traffico rallentato per un incidente in una galleria sulla Tangenziale Est all’ uscita largo Rodolfo Lanciani – via dei Monti Tiburtini. Code anche in centro e sul lungotevere. Delirio tra Ponte Vittorio Emanuele II e Ponte Giuseppe Mazzini in direzione Roma Sud e tra Ponte Garibaldi e Ponte Cavour verso Roma Nord. Allagamenti sull’ Appia Pignatelli, all’ altezza del civico 200, ed anche all’ altezza dell’ Ardeatina fino a piazzale Numa Pompilio, a Porta Latina. E ancora: sott’ acqua via Palos, via Giuseppe Veronese all’ incrocio con la Portuense, piazza Francesco Marcello Lante. La stazione Porta Furba della metro A non ha retto al maltempo ed è stata chiusa. In barca i viaggiatori che hanno tentato il passaggio sotterraneo tra la stazione Piramide della metro B e lo scalo ferroviario di Ostiense e hanno trovato il sottopasso allagato. I passeggeri con il trolley al seguito sono stati costretti a guadare pozzanghere profonde alcuni centimetri. A completare il disastro, tapis roulant fuori servizio. La passeggiata in acqua tra una stazione e l’ altra è stata la degna conclusione di strade e piazze allagate tutto intorno a Porta San Paolo e a Piramide. Nel parco dell’ Appia Antica è straripato l’ Almone, quello che per i Romani era un fiume sacro e adesso è diventato una cloaca: rifiuti di ogni tipo mischiati ai rami hanno fatto da tappo, impedendo all’ acqua di defluire. Allagata la sede del parco, l’ ex Cartiera Latina. Inutilmente Mario Tozzi, commissario straordinario, aveva chiesto da tempo la bonifica del fiume. «L’ assessore all’ Ambiente Estella Marino e il presidente di Ama Daniele Fortini si diano una svegliata, perché l’ inerzia dell’ azienda non solo ha riempito la città di rifiuti ma ne sta determinando anche un nuovo allagamento », dichiara il capogruppo di Forza Italia, Giovanni Quarzo. Su Twitter tornano a scatenarsi l’ ironia e la rabbia dei romani. «Roma è peggio di Calcutta ». Oppure: «Welcome Rome, Bill! – dice qualcuno al sindaco di New York in visita nella capitale – Solo lascia l’ auto o t’ impantani. E molla il metrò, rischi di affogare ». Infine: «Se dovete muovervi in città lasciate stare l’ auto… Prendete il #sottomarino». © RIPRODUZIONE RISERVATA La denuncia del Codacons “È la solita vergogna romana” BLOCCATA La città in ginocchio per le piogge di ieri Nelle foto, via Cilicia A destra, il sottopassaggio allagato. A sinistra, chiusa al traffico.
cecilia gentile

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this