18 Agosto 2010

PIL: OCSE; CONSUMATORI, MALE ITALIA, IN AUTUNNO STANGATA

 (ANSA) – ROMA, 18 AGO – I consumatori esprimono la loro
preoccupazione per i dati sul prodotto interno lordo diffusi
dall’Ocse che vedono l’Italia crescere meno di altri Paesi. "La
situazione e le prospettive del nostro Paese non sono affatto
positive" sottolineano in una nota i presidenti di Adusbef e
Federconsumatori Elio Lannutti e Rosario Trefiletti.
   Le due associazioni lanciano un allarme: "Le prospettive per
l’autunno non delineano alcun miglioramento, anzi, ci aspetta
una stagione densa di aumenti e spese. Tutto ciò comporterà,
come prima stima, una stangata per le famiglie da 886 a circa
1.100 euro annui".
   Per il Codacons i dati diffusi oggi dall’Ocse "dimostrano
che l’Italia più che locomotiva è la Cenerentola d’Europa. La
decisione sciagurata e solitaria del governo italiano di non
voler spendere soldi per uscire prima dalla crisi farà
retrocedere il nostro Paese rispetto alla posizione
internazionale che occupava prima dello scoppio della recessione
mondiale. L’Italia con questo basso ritmo di crescita, non
potrà tornare ai livelli dei consumi pre-crisi fino al 2015".
(ANSA).
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this