fbpx
28 Giugno 2012

Pieno scontato anche da Esso e Ip

Pieno scontato anche da Esso e Ip

Sta contagiando altre compagnie petrolifere l’ iniziativa dell’ Eni che ribassa di venti centesimi i prezzi dei carburanti dalle 13 del sabato fino a domenica notte. Ieri Esso ha annunciato uno sconto di almeno 21 centesimi al litro nelle sue stazioni di servizio self, durante gli orari di chiusura, dalla pausa pranzo di oggi, giovedì, fino all’ apertura del mattino di lunedì. Nuova promozione estiva anche per Ip: dalle 7 del venerdì fino alla chiusura del sabato sarà possibile fare rifornimento (self service o servito) con uno sconto di 16 centesimi al litro in oltre 600 stazioni aderenti, numero che dovrebbe quasi raddoppiare nei prossimi week-end. Lo sconto sin dalla mattina del venerdì, spiega una nota della Ip, «oltre ad andare incontro alle esigenze del cliente, vuole favorire le partenze per tutti i fine settimana estivi, senza dover aspettare oltre per ottenere sconti sul prezzo del carburante. «Questa evoluzione – commenta Federico Corsi, presidente in Trentino della Federazione autonoma italiana benzinai – conferma ciò che dicevamo qualche settimana fa: che per fare gli sconti e andare incontro alle esigenze degli utenti non c’ è bisogno di chiedere lavoro straordinario al gestore. La promozione si effettua durante il normale orario di apertura oppure nei periodi di chiusura. A noi interessa che il cliente trovi soddisfazione risparmiando sul pieno, senza che ciò vada a discapito della figura dell’ operatore. Ed evidentemente le compagnie hanno il margine per coniugare queste due esigenze». Ma per il gestore, in fin dei conti, che cosa significa in termini economici questa distribuzione atipica del prezzo nel corso della settimana? Gli è chiesto di concorrere ai centesimi di sconto o se li accolla interamente la compagnia? E come si riverbera la promozione nei week-end sull’ andamento delle vendite durante la settimana? «Questo – spiega Corsi – è difficile da dirsi. I rapporti fra gestore e compagnia variano a seconda delle marche e delle situazioni specifiche. Quanto agli effetti generali sulle vendite, bisognerà far euna valutazione nelle prossime settimane. Di certo è positivo che si estenda la possibilità di fare rifornimento con lo sconto, evitando agli utenti le code viste lo scorso week-end». Entusiastica la reazione del Codacons ai nuovi sconti, il presidente Carlo Rienzi osserva: «Finalmente abbiamo la dimostrazione che quando c’ è vera concorrenza i listini di benzina e gasolio calano. Per le famiglie la promozione delle compagnie petrolifere si tradurrà in risparmi da 8 a 10 euro a pieno. La guerra agli sconti avviata da Eni è la prova tangibile dell’ esistenza nel nostro Paese di un ampio margine per una sensibile riduzione dei prezzi di benzina e gasolio alla pompa. Ora però si dovrà capire perché finora questa riduzione non si è verificata, con danni enormi per gli automobilisti». Frattanto, però, non calano i prezzi raccomandati dalle compagnie petrolifere, il che alimenta il sospetto che si punti a fare cassa nel corso della settimana per dare spazio a vendite sottocosto nel week-end.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox