4 Febbraio 2008

PIEMONTE: AUMENTA L’INDEBITAMENTO DELLE FAMIGLIE

    CREDITO AL CONSUMO CRESCIUTO DEL 7,8%, DEBITI PER 7 MILIARDI DI EURO

    ANCHE IN PIEMONTE SU MUTUI, BANCHE E CREDITO AL CONSUMO IL CODACONS METTE A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI UNA LINEA TELEFONICA DOVE RISPONDERA’ UN POOL DI AVVOCATI ESPERTI DEL SETTORE

    Prevedile impennata del credito al consumo nel 2007 in Lombardia. Prevedibile perché, spiega il Codacons, l’anno appena concluso è stato caratterizzato da una serie di stangate e rincari che hanno fortemente impoverito le famiglie della regione, incrementando l’indebitamento da parte dei cittadini.
    Così in Lombardia il credito al consumo nell’ultimo anno è salito del 18,5% rispetto al 2006, portando i prestiti a quota 15,5 miliardi di euro.
    Una situazione preoccupante – afferma l’associazione – poiché le famiglie oramai si indebitano anche per acquisti di beni primari (come spese sanitarie e istruzione), e che si affianca alla pericolosa crescita delle sofferenze nel settore mutui.
    Il Codacons ha deciso quindi di mettere a disposizione dei cittadini della Lombardia in difficoltà col proprio mutuo, oppure alle prese con problemi relativi a conti bancari o credito al consumo, un pool di avvocati esperti del settore, che risponderanno ai quesiti posti dagli utenti. Le domande – spiega l’associazione – possono essere inoltrate gratuitamente all’indirizzo e-mail banche@codacons.it , oppure è possibile parlare con i legali specializzati Codacons chiamando il numero 178.440.23.58 dal lunedì al venerdì dalle ore 13:30 alle 15:30.
    Il Codacons annuncia infine una diffida al Ministro dell’Economia e a quello per la Solidarietà Sociale, affinché emettano il regolamento attuativo della Finanziaria, per garantire in favore dei cittadini il diritto alla sospensione del pagamento delle rate del mutuo al massimo per due volte e per un periodo non eccedente i 18 mesi.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox