1 Luglio 2001

Piccole vacanze di luglio

ROMA E? il primo grande esodo della stagione estiva, questo fine settimana tra giugno e luglio, e per una volta l?invito a partenze «intelligenti», per iniziare le vacanze non all?insegna dello stress da traffico, è stato seguito da milioni di automobilisti italiani. Si sta diffondendo l?abitudine a ferie limitate nel tempo, e più frequenti: è il turismo del mordi-e-fuggi, che comporta un maggior scaglionamento delle partenze. Ieri il traffico è stato fluido per tutta la giornata, e parte del merito va anche alla decisione di chiudere il 95% dei cantieri aperti sulle autostrade. E chi parte in aereo? Quasi mezzo milione di passeggeri sta transitando a Fiumicino in occasione del primo esodo estivo, tra giovedì 28 giugno e lunedì 2 luglio. Il picco è previsto per oggi, con 92 mila passeggeri e 890 aerei. Come tutti gli anni, il punto più critico della rete autostradale è stato quello sull?Autosole in direzione sud, verso il mare Adriatico, tra Reggio Emilia e San Lazzaro di Savena, periferia bolognese: una quarantina di chilometri su cui convergono in poche ore decine di migliaia di auto di milanesi e padani in fuga verso Rimini. La polizia stradale fin dalla prima mattinata ha registrato traffico intenso, con alcuni rallentamenti e code rimaste comunque in limiti accettabili. Stessa situazione sull?A14, l?Adriatica, in direzione sud, tra Faenza e Cesena. Con ieri il grosso del traffico è stato smaltito e i vacanzieri del primo turno di luglio sono arrivati a destinazione. Per i «weekendisti» – i pendolari che hanno accompagnato le famiglie e rientrano stasera – i problemi di traffico sono previsti per il pomeriggio. La società Autostrade indica possibilità di code in particolare su cinque tratti autostradali: sull`A4 tra Brescia e Milano in direzione del capoluogo lombardo, sull?Autosole all?ingresso di Milano e di Roma, sulla Cisa in direzione di Parma e infine attorno allo snodo di Genova. Il CODACONS, per garantire la sicurezza nelle strade, come ogni estate denuncia la carenza di pattuglie delle forze dell?ordine, addette ai controlli: chiede di accertare se il numero di mezzi impegnato sul territorio sia adeguato, e quale sia la percentuale di personale in ferie e malattia nei periodi a rischio. L?associazione dei consumatori denuncia anche lo scarso numero di autovelox in dotazione alla Stradale e chiede il sequestro di pagine internet e giornali che riportano le zone dove sono installati gli apparecchi rilevatori di velocità. Ma una volta in moto, dove va questo esercito di vacanzieri? Sono 200 mila i milanesi in partenza in queste ore, e secondo l?Osservatorio di Milano 120 mila iniziano le vacanze «lunghe» mentre per 80 mila è solo un week end. Il 60% userà l?auto, il 25% il treno e il 15% l?aereo. Le mete preferite? Per l?Italia: la costa adriatica, la ligure, la Sardegna e la Sicilia. Per l`Europa: Parigi, poi Londra, Vienna e Praga. Fra le destinazioni esotiche, i Caraibi. I piemontesi, pur vivendo in una terra ricca di montagna, per le vacanze preferiscono il mare. Lo affermano i dati di Telefono Blu, secondo cui questa è la meta scelta dall?80% dei vacanzieri subalpini. In Piemonte quest`anno andranno in vacanza un milione 300 mila persone, 450 mila di Torino. Il 12% sceglierà mete extraeuropee: al primo posto il Mar Rosso, seguito da Caraibi e Nord America. Il 10% sceglierà paesi vicini, come Francia (in particolare la Costa Azzurra) e Svizzera. Le spiagge preferite sono quelle del Ponente ligure, della Versilia e le romagnole. I piemontesi sembrano essere tra i più colpiti dalle «fregature» in vacanza: dopo Lombardia ed Emilia Romagna, infatti, è il Piemonte la regione con più segnalazioni di «malavacanza», a Telefono Blu.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox