18 Aprile 2012

Piccole isole, spunta la tassa di sbarco

Piccole isole, spunta la tassa di sbarco

ROMA Una nuova tassa sul turismo «mordi e fuggi». I Comuni delle isole minori potranno istituire «un’ imposta di sbarco» alternativa alla tassa di soggiorno, fino a 1,50 euro. Lo prevede un emendamento al dl fiscale approvato ieri dalla Commissione Finanze della Camera. La tassa si pagherebbe già al momento dell’ acquisto del biglietto del traghetto. L’ emendamento prevede l’ esenzione per i residenti e i lavoratori o gli studenti pendolari. Immediata la reazione del Codacons, che contesta l’ emendamento. «Siamo nettamente contrari – spiega il presidente Carlo Rienzi -. Migliaia e migliaia di cittadini, non potendosi permettere vacanze all’ estero, decidono di passare qualche giorno sulle nostre isole». Ecco le altre novità del decreto fiscale che oggi arriva in aula a Montecitorio. I turisti pagano in contanti. I turisti non europei che arrivano in Italia potranno derogare alla norma della spesa in contanti (massimo 1.000 euro) e fino a un tetto di 15.000 euro. Stop alla tassa sulle barche per chi vive in mare. Chi vive in mare per problemi di salute non pagherà la tassa sulle barche. Niente bollo con la cedolare. Niente imposta di bollo per le ricevute relative al pagamento del canone d’ affitto se si opta la cedolare secca. Stipendi e pensioni della pubblica amministrazione. Slittano al primo luglio le norme che eliminano i pagamenti in contanti oltre i 1.000 euro per «l’ erogazione di stipendi e pensioni corrisposti da enti e amministrazioni pubbliche». Borse di studio. Esentate dalle tasse le borse di studio. In Senato era stato invece deciso che si pagassero su quelle superiori agli 11.500 euro. Stipendi pignorati. Viene eliminata la norma che prevede che le somme possano essere escusse in misura pari a un settimo per le somme comprese tra i 2.000 e i 5.000 euro. Rimane pertanto la misura pari a un decimo per le somme fino a 2.000 euro. Oltre tale soglia le somme sono pignorabili secondo le norme generali. Aerotaxi più costosi. Arriva anche la tassa sugli aerotaxi. Sarà istituita nella misura di 100 euro a passeggero per i tragitti non superiori ai 1.500 chilometri. Pubblicità sulle gru. Anche sul marchio apposto sulle gru adoperate nei cantieri edili si applicherà l’ imposta comunale sulla pubblicità. Edilizia sanitaria. Le risorse che le Regioni potranno destinare all’ edilizia sanitaria saranno circa pari a 977 milioni di euro. Collegi universitari. Stretta sull’ esenzione dall’ Iva per i collegi universitari: da ora in poi non pagheranno questa imposta solo quelli gestiti da enti che operano esclusivamente con la finalità di ospitare gli studenti universitari. Accise per le Pmi. Diminuisce l’ accisa sull’ energia elettrica per le piccole e medie imprese. Sigarette dai benzinai. Gli impianti di distribuzione carburanti potranno vendere sigarette, a condizione che lo facciano in luoghi chiusi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox