29 Dicembre 2017

PIAZZA NAVONA: CODACONS OTTIENE SPAZIO PER BAMBINI ALLA FESTA DELLA BEFANA MA COMUNE GLI METTE I BASTONI TRA LE RUOTE

     

    PRIMA INTIMA DI PRODURRE ALTRA DOCUMENTAZIONE ENTRO 6 ORE, POI SCARICA SU ASSOCIAZIONE ONERE DI PROCURARSI GAZEBO E ASSICURAZIONE NONOSTANTE UFFICI SIANO CHIUSI

    Il Comune di Roma sembra stia facendo di tutto per mettere i bastoni tra le ruote al Codacons ed impedire all’associazione di partecipare alla Festa della Befana di Piazza Navona.
    La storica organizzazione dei consumatori, infatti, anche quest’anno ha presentato formale domanda per essere presente dal 30 dicembre al prossimo 6 gennaio al mercatino della Befana, attraverso un proprio stand dove organizzare giochi e iniziative per bambini, al pari di quanto già realizzato lo scorso anno.
    Nonostante la domanda sia stata presentata entro i termini previsti, il Comune ha dapprima intimato all’associazione di presentare documentazione integrativa, dando solo 6 ore di tempo per adempiere, e ora ha rifiutato di fornire al Codacons un gazebo dove allestire il proprio stand, richiedendo anche una copertura assicurativa entro 24 ore, richiesta impossibile da soddisfare considerato che gli uffici delle imprese assicuratrici sono chiusi in questi giorni di festa.
    “Ma noi non ci arrenderemo di certo, e non cederemo alle folli e tardive richieste dell’amministrazione – afferma il presidente Carlo Rienzi – Se il Comune non vuole fornirci un gazebo, saremo in Piazza Navona con ombrellone, sedie e sdraio, e organizzeremo giochi e altre iniziative per i bambini perché crediamo che la presenza delle onlus in piazza sia importantissima, anche per contrastare lo strapotere dei soliti noti che hanno ottenuto banchi per la Festa della Befana. E se i volontari dell’associazione congeleranno a causa dell’assenza del gazebo, i bambini potranno giocare con pupazzi di ghiaccio viventi” – conclude con ironia Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox