20 Ottobre 2012

Piacenza, Codacons: Basta ‘cancelli killer’,controlli inesistenti

Piacenza, Codacons: Basta ‘cancelli killer’,controlli inesistenti

Roma, 20 ott. (TMNews) – Dopo la tragedia di Piacenza dove un bambino di 9 anni è morto oggi schiacciato da un cancello, il Codacons chiede “controlli sulla sicurezza dei cancelli, specie se di scuole o strutture aperte a minori di anni 14 ed una campagna pubblicitaria a cura del Governo sulla sicurezza dei bambini: ricordiamo che per l’ Organizzazione Mondiale della Sanità gli incidenti domestici rappresentano nei Paesi sviluppati la prima causa di morte per i bambini”. “Tragedie di questo tipo – dice l’ associazione – non sono isolate o dovute a circostanze fortuite: sono troppo frequenti, infatti, per poter essere considerate imprevedibili. Non se ne parla solo perché non sempre si hanno conseguenze fatali. La dinamica, nella maggior parte dei casi, è la seguente: il bimbo gioca con il portone che finisce per staccarsi dai cardini”. “La ragione dipende dal fatto che a lungo andare i perni si indeboliscono e per questo occorre una costante manutenzione. Il problema è che in Italia – continua il Codacons – in pochi la fanno e si chiamano i tecnici solo dopo che si è verificato un guasto, ossia quando è troppo tardi. Specie se i manufatti sono pesanti e lunghi occorre affidarsi a professionisti esperti sia per la loro costruzione che per la loro manutenzione”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox