30 Gennaio 2024

PHISHING: COME NON ABBOCCARE ALL’AMO DEL DELINQUENTE INFORMATICO!

Le persone vengono raggirate attraverso un inganno… Il “cavallo di Troia” funziona ancora ai nostri giorni!
Si inviano messaggi che destano interessi ai diretti interessati, tipo: Offerte commerciali incredibili, Regali di vario tipo, Giochini per il Cellulare gratuito, etc. e
Negli ultimi anni, anche messaggi di aiuto dove si richiedono esplicitamente soldi per risolvere un problema: quindi – o Indirettamente o Direttamente – il FINE è RUBARE SOLDI!

L’imbroglio nasce tanti anni fa quando l’Informatca ancora non esisteva studiando la psiche delle persone ed i loro Comportamenti-Reazioni ed imparando a fare leva sulle fragilità, le debolezze, l’ingenuità o sul fatto che si pensi che: FINALMENTE “LA DEA DELLA FORTUNA VOGLIA BACIARCI”!
Questo studio dei comportamenti umani (“Ingegneria sociale”) si è evoluto ed è stato esteso a tutti i settori che consentissero di raggiungere altre persone, tra cui tutti i mezzi d’informazione ed ovviamente quelli moderni tra cui anche il campo informatico.

Si inviano attraverso vari mezzi informatici tra cui:

SMS, E-mail, e vari Social trai i più noti: WhatsApp, Facebook, etc. messaggi che invitano a fare un CLICK per accedere ad una “particolare richiesta vantaggiosa” o per “risolvere un problema”; a questo punto si innescano una serie di procedure che guidando l’utente in ambien “apparentemente sicuri” lo costringono psicologicamente ad inviare informazioni personali con le conseguenza di trovarsi con acquisti indesiderati o ad aver divulgato la propria rubrica consentendo la famosa “CATENA DI SANT’ANTONIO” che allargherà la sfera delle persone coinvolte e truffate!
Come impedire tutto ciò?

– Proteggere il proprio computer-telefonino-smartphone-tablet etc. con una “PASSWORD D’ACCESSO”
– Attivare quanto meno la “VERIFICA IN DUE PASSAGGI” o “l’OTP” all’interno di tutte le applicazioni che lo consentono
– Usare Software Antivirus e Anti-Phishing
– Se possibile, salvare le proprie password in luoghi sicuri o criptati
– Non cliccare su LINK sconosciuti e non farsi ingannare se nel link c’è scritto per esempio: “AMAZON” perché rischiate di finire su un sito che è simile ad AMAZON ma ha un nome che non fa parte di AMAZON!
– Verificate se il sito esiste da poco tempo attraverso, per esempio, il sito “WHOIS” perché potrebbe non essere sicuro!
– Verificate se il sito è sicuro attraverso il simbolo di sicurezza: CERTIFICATO SSL
– Nel dubbio, se state parlando o meno con un interlocutore conosciuto, provate a ricontattarlo attraverso altre strade per verificare la sua identità
– Non installare SOFTWARE GRATUITO a meno che non vi sia stato consigliato da un esperto
– Non esitate di segnalare al “CODACONS Sportello Tecnologico” qualsiasi perplessità

 

Responsabile Nazionale CODACONS Sportello Tecnologico
Dott. Ing. Donato Pace

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this