29 Febbraio 2020

Petrolio ai minimi da un anno. Giù la benzina

in picchiata i prezzi del greggio. arrivano i primi ribassi per il carburante: 1 centesimo in meno al litro
di Elena Comelli L’ emergenza Coronavirus manda a rotoli anche il petrolio, abbattuto dai timori sull’ andamento dell’ economia globale che può portare a un calo della domanda. Il Brent del Mare del Nord ieri ha perso quasi il 3% a 50,6 dollari al barile (partiva da 69 dollari il 6 gennaio) e il Wti americano è sceso del 4% a 45,1 dollari al barile (era a 63 dollari il 6 gennaio), ai minimi da quattro anni a questa parte. La discesa agli inferi del barile dipende dal calo dei consumi, precipitati come non accadeva dall’ epoca della recessione globale. In questo trimestre la domanda sarebbe dovuta crescere di 800mila barili al giorno, invece ora è atteso un calo di 435mila barili al giorno, avverte l’ Agenzia internazionale dell’ energia: l’ ultima contrazione su base annua risale al terzo trimestre del 2009, periodo davvero buio per l’ economia. E le cifre potrebbero ancora cambiare, in base alla durata e alla diffusione dell’ epidemia. «La crisi prosegue e in questa fase è difficile essere precisi sull’ impatto», afferma l’ organismo dell’ Ocse, aggiungendo comunque di essere fin d’ ora convinto che il virus avrà «conseguenze significative» sul mercato del petrolio. Per l’ intero 2020 l’ Aie ha già ridotto di un terzo la previsione di crescita della domanda: si aspetta un aumento di 825mila barili al giorno, il più basso dal 2011. Le misure per contenere il contagio, infatti, non solo hanno semiparalizzato la Cina – un gigante che genera il 16% del Pil mondiale e che assorbe oltre il 10% dell’ offerta totale di greggio – ma stanno provocando ripercussioni a catena su scala internazionale. Il calo del greggio, però, non arriva tutto fino alla pompa. Del tutto insufficienti per il Codacons i ribassi minimi dei prezzi di benzina e gasolio attuati ieri da alcuni marchi petroliferi presso i distributori italiani. «Siamo in presenza di un evidente squilibrio tra l’ andamento del petrolio e i prezzi dei carburanti», sostiene il presidente Carlo Rienzi. I listini dei carburanti, infatti, solo ieri hanno iniziato una lieve discesa, di appena 1 centesimo di euro al litro. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox