28 Ottobre 2014

Pet Tac, la Regione perde il ricorso I malati oncologici saranno rimborsati

Pet Tac, la Regione perde il ricorso I malati oncologici saranno rimborsati

Primo punto a favore dei malati che hanno dovuto sostenere spese ingenti privatamente per effettuare una Pet -Tac che, altrimenti, in convenzione non avrebbero potuto fare: il Tribunale di Lecce, infatti, ha respinto il ricorso della Regione contro la sentenza di primo grado, emessa nel 2013 dal Giudice di Pace, che condannava l’ Ente al rimborso delle spese sostenute da parte di malati oncologici di Lecce, difesi dall’ avvocato Massimo Todisco del Codacons. «La sentenza del Tribunale – scrive l’ associazione dei consumatori – segna un punto determinante a favore del riconoscimento del diritto alla salute degli ammalati oncologici leccesi che, fino a poco tempo fa, non potevano eseguire l’ esame Pet -Tac in convenzione e si trovavano costretti a doverne sostenere integralmente il costo». L’ associazione si scaglia contro la scelta della Regione di ricorrere contro i verdetti che la costringono al risarcimento. «Nel frattempo la Regione continua a resistere in primo grado (nei processi ancora pendenti), continua a proporre appelli contro le sentenze sfavorevoli, ed omette di ottemperare alle condanne ricevute (fino a quando non viene costretta a farlo attraverso il pignoramento). Il Codacons di Lecce – si legge ancora nella nota – esprime soddisfazione per questa ennesima vittoria su un tema che vedo ormai da quattro anni la Regione Puglia schierata contro i diritti dei malati di tumore, augurandosi che la sentenza del Tribunale possa costituire lo spunto per il riconoscimento, da parte dei vertici regionali, del drammatico errore nel quale sono incorsi accanendosi contro la parte debole della intera vicenda. Quella stessa parte debole che conclude l’ associazione – abituata a ben altre guerre, questa piccola battaglia l’ ha saputa vincere».
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox