13 Agosto 2020

Pescara città meno cara d’ Italia per beni e servizi

INDAGINE CODACONS Pescara città più economica d’ Italia per l’ acquisto di beni e servizi: parola del Codacons. Il dato emerge da una ricerca condotta su prezzi e tariffe nello scorso mese di giugno in diciotto città italiane, da nord a sud, dopo l’ emergenza Covid. Il rovescio della classifica vede Milano nel ruolo di città più cara. mentre Napoli vanta i prezzi più bassi per gli alimentari (in media la spesa costa quasi 40 euro in meno di Milano). L’ associazione dei consumatori ha esaminato un paniere formato da 31 voci tra beni e servizi: dal pane al pollo alle mele, fino a lavanderia, caffè al bar, dentista e Tari. Milano risulta la città più costosa, con una spesa pari a 853,43 euro per l’ acquisto dell’ intero paniere, seguita da Cagliari (821,37 euro) e Napoli (819,53 euro). Pescara, con una spesa media di 591 euro per l’ acquisto dei beni e servizi oggetto di indagine, è risultata essere la provincia più economica tra quelle prese in esame dalla comparazione. Napoli conviene per acquistare frutta, verdura, carne e pesce, visto che si spendono complessivamente 72,24 euro, e solo pochi centesimi in più a Catanzaro (73,17 euro). Milano segna invece una spesa di 109 euro, seguita da Aosta a circa 97 euro. Secondo il Codacons il dentista costa meno a Palermo e per un’ otturazione si spende quasi il triplo ad Aosta (174 euro); per riparare l’ auto conviene andare ad Ascoli Piceno mentre a Trento le donne spendono più di tutti per tagliare i capelli (23,80 euro). Genova è la città con i prezzi più elevati di benzina e gasolio, Torino quella più economica per i servizi di tintoria. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox