13 Settembre 2021

Pesca “volante”, danni ai fondali marini

SAPRI. La pesca attraverso il cosiddetto sistema “volante” rappresenta un danno per il sistema economico e l’intero ambiente marino del Cilento e del Golfo di Policastro. È questo il nuovo grido di allarme lanciato da Bartolomeo Lanzara, presidente del Codacons Cilento, a difesa dei pescatori presenti in molti paesi rivieraschi del Basso Cilento. Il metodo “volante” praticato in particolare da un peschereccio che spesso staziona nelle acque antistanti la costiera Cilentana, come riferito da Lanzara, permette la cattura di un quantitativo molto elevato di pesce in un solo giorno che, secondo le denunce arrivate da diversi pescatori locali, equivarrebbe al pescato di un anno per una impresa ittica locale.
Un metodo quest’ultimo che può essere realizzato sia in coppia con un’altra imbarcazione e sia singolarmente ma provoca numerosi problemi in diversi ambiti. Motivo per il quale il presidente del coordinamento di associazioni per la tutela dell’Ambiente e dei diritti di utenti e consumatori ha deciso di scrivere al ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani e al presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino al fine di sottoporre a entrambi la problematica che da tempo investe la costiera Cilentana.
«Da anni i pescatori cilentani denunciano una serie di problemi senza ottenere adeguate risposte – dichiara Lanzara – Uno di questi è la pesca praticata da un grande peschereccio che spesso è presente nelle acque cilentane già oggetto di denuncia da parte dell’ex presidente del Parco del Cilento, Giuseppe Tarallo, nel 2016 e che sta destando ancora grande preoccupazione tra i pescatori locali».
Una denuncia quella di Lanzara che scaturisce da una serie di interrogazioni parlamentari presentate nel passato e accompagnate anche da molte proteste organizzate dai pescatori locali. La richiesta del presidente di Codacons Cilento è volta a capire quali iniziative sono state intrapresi dai due organi interpellati e cosa intendono mettere in campo per risolvere la delicata problematica.
Maria Emilia Cobucci

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox