25 Agosto 2013

Perde il lavoro e con 3 figli rischia il rimpatrio forzato

Perde il lavoro e con 3 figli rischia il rimpatrio forzato

Il perdurare della crisi e le sempre maggiori difficoltà a trovare un impiego in Italia spingono molti stranieri a tornare a casa oppure a migrare una seconda volta verso i Paesi dove ci sono più opportunità di lavoro. Nel corso del 2012, secondo l’ Istat, ci sono stati 38 mila rimpatri: stranieri che hanno lasciato il Belpaese per trasferirsi all’ estero. L’ incremento rispetto al 2011 è stato del 17,9% e anche quest’ anno la tendenza è in crescita. Pur restando una meta ambita per chi proviene dai paesi del Terzo mondo (anche gli ingressi di clandestini sono in aumento come confermano i recenti casi degli afghanistani e dei pakistani che si erano “sistemati” al parco Moretti dopo aver varcato il confine con l’ Austria) l’ Italia non è più in cima alla lista delle mete più ambite. E il numero degli stranieri che effettivamente ha lasciato l’ Italia è molto più alto dei 38 mila registrati dall’ Istat che si sono cancellati dall’ anagrafe.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox