10 Aprile 2008

Per petrolio e benzina nuovi aumenti

Tornano a scaldarsi le quotazioni del petrolio. A New York il prezzo del greggio ha toccato un nuovo record storico, superando i 112 dollari al barile. In rincorsa il Brent, il greggio di riferimento europeo, che a Londra ha raggiunto a sua volta un nuovo picco, portandosi oltre i 109 dollari. A rimettere le ali ai prezzi dell`oro nero, i dati negativi sulle scorte statunitensi, che hanno registrato un calo inatteso. In Italia tornano, intanto, in tensione i listini dei carburanti, che ieri hanno messo a segno una nuova, generalizzata raffica di aumenti, con la verde che sfiora quota 1,40 euro al litro. Se non beneficiassero del `bonus` fiscale che, temporaneamente, taglia di 2 centesimi al litro i prezzi, verde e diesel avrebbero già infranto i record toccati nelle scorse settimane. Dopo la fiammata di metà marzo, nelle ultime settimane le quotazioni internazionali del petrolio erano ridiscese. Allarmati i consumatori. Il Codacons chiede che il prossimo Governo studi nuovi sgravi fiscali e incrementi la concorrenza del settore. Federconsumatori torna a parlare di “speculazioni sulle tasche degli italiani“, ribadendo la necessità di un intervento energico di liberalizzazione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox