9 Gennaio 2008

Per la strada “fuorilegge“ a Monte San Giacomo anche un`interrogazione parlamentare di Brusco

“ Monte San Giacomo. Difformitá rispetto al progetto presentato, e in particolare rispetto ai limiti prescritti. E` questa la motivazione fornita dalla Forestale di Teggiano alla Procura della Repubblica di Sala Consilina, in ordine alla strada da realizzare in pieno Parco, a 1.200 metri di altezza, successivamente sequestrata. “ Il tutto emerge dalla risposta fornita dal Ministero dell`Ambiente all`interrogazione parlamentare dell`onorevole Franco Brusco. E c`è attesa dunque per la prima udienza penale che si tiene questa mattina presso il Tribunale di Sala Consilina. I lavori furono bloccati dopo l`intervento del Codacons di Sala Consilina e del Comitato 18 Agosto. La richiesta di autorizzazione a realizzare la strada era stata rivolta al Comune da Luigino Mele proprietario di un manufatto rurale diroccato che l`arteria demaniale avrebbe dovuto servire una volta effettuati i lavori di ripristino, a sue spese. Il progetto prevedeva l`adeguamento e l`ampliamento di un vecchio tracciato rurale preesistente fino ad una larghezza massima di 2,5 metri e una lunghezza di 256 metri, ma le verifiche del Corpo forestale hanno riscontrato la presenza di una strada di 420 metri di lunghezza e 3 di larghezza. Da qui l`azione della magistratura.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox