26 Maggio 2019

Per fare gli scrutatori bloccano trasporti e raccolta rifiuti

ROMA TRASPORTI e raccolta di immondizia rischiano di essere ridotti in molte città italiane oggi e domani dal momento che molti dipendenti sono rappresentanti di lista o scrutatori; al tempo stesso numerose defezioni vengono segnalate tra le fila di chi avrebbe dovuto presentarsi, ieri pomeriggio, all’ insediamento dei seggi, per ricoprire il ruolo di presidente o lo scrutatore di seggio: questa la situazione a poche ore dall’ apertura delle urne. E in alcuni casi, la ricerca di sostituti è scattata sui social. A Torino quasi mille dipendenti Gtt sono impegnati ai seggi, con conseguente riduzione del servizio del 15%, come in estate. Un esposto è stato invece presentato dal Codacons alla Procura della Repubblica di Roma dove si accusa il fatto che nella Capitale da ieri «il servizio di trasporto pubblico e quello di raccolta rifiuti e pulizia stradale rischiano di subire pesanti rallentamenti se non addirittura la paralisi a causa dell’ elevato numero di dipendenti impegnati ai seggi come scrutatori». Disagi in vista per chi viaggia in autobus e tram anche a Palermo, dove l’ Amat, l’ azienda di trasporto pubblico, ha scritto al prefetto e al comune per comunicare che sono circa 200 i dipendenti, in larga parte autisti, che saranno impegnati nei seggi elettorali. A Roma e Torino poi, all’ insediamento dei seggi, molti scrutatori non si sono presentati, probabilmente a causa del compenso ritenuto non sufficiente.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this