8 Aprile 2011

“Pendolari pontini: i più vessati dell’ intera regione”

"Pendolari pontini: i più vessati dell’ intera regione"
 

Lo afferma Raffaele Ranucci (Pd) nell’ interrogazione rivolta al ministro delle infrastrutture e dei trasporti per sollecitare iniziative a favore dei pendolari pontini e non solo. "I pendolari di Latina sono tra i più vessati dell’ intera regione – scrive l’ esponente democratico – e l’ adozione del provvedimento che impone l’ obbligatorietà annuale per le integrazioni Intercity rende ancora più evidente l’ inadeguatezza dell’ azione svolta dal presidente della Regione Polverini nei confronti della difesa dei diritti dei pendolari, confermando la totale assenza programmatica in merito a un problema che sta causando forti disagi con concreti rischi di degenerazione sociale". Ranucci chiede se il ministro intende intervenire "affinché venga revocato il provvedimento voluto da Trenitalia e Regione Lazio, che impone ai pendolari il pagamento obbligatorio annuale delle integrazioni Intercity, in un momento di forte crisi economica e occupazionale, dove la stragrande maggioranza delle famiglie vive una situazione di disagio e a stento raggiunge la terza settimana del mese"; se intende impegnarsi "al fine di concorrere, attraverso un confronto con Trenitalia e la Regione, all’ individuazione di un piano programmatico che tenga conto delle esigenze dei pendolari e consenta di scongiurare il rischio della marginalità dei territori". Il senatore del Pd non risparmia attacchi al vetriolo nei confronti della Pisana e nell’ interrogazione cita anche i risultati dell’ inchiesta condotta dal Codacons sui ritardi dei treni. Il dossier in questione ha rilevato che il trasporto ferroviario nel Lazio presenta forti criticità: "molte tratte ferroviarie sono ben lontane dal centrare l’ obiettivo, previsto nella Carta dei servizi di Trenitalia, secondo cui l’ 88% dei treni dovrebbe essere in orario". "Dall’ ultima indagine di Cittadinanzattiva del dicembre 2010 – conclude Ranucci – risulterebbe che gli standard qualitativi dei servizi da Latina a Roma sono tra i peggiori del Lazio; il 75% dei treni parte con oltre 10 minuti di ritardo e il 50% arriva in media con 15 minuti di ritardo; forte sovraffollamento nella fascia oraria 7-9 da Latina a Roma e 14-15, nonché 17-20 da Roma a Latina; scarsa pulizia dei convogli, sedili impraticabili, toilette maleodoranti e spesso inagibili; informazioni inesistenti nelle situazioni di disservizio. Dal 1 aprile 2011, poi, un nuovo onere arriva sui pendolari di Latina: Trenitalia, in accordo con la Regione Lazio impone l’ obbligatorietà annuale per le integrazioni Intercity, con un esborso in un’ unica soluzione che ammonta a 150 euro a fronte dei 12 euro mensili stabiliti precedentemente. Tale provvedimento non alleggerirà la situazione di disagio dei pendolari di Latina. Gli utenti che ne risentiranno maggiormente saranno quelli che pagheranno l’ integrazione Intercity anche per i mesi in cui non avranno la necessità di viaggiare, ad esempio gli studenti, gli insegnanti, i lavoratori stagionali, i lavoratori in ferie, etc.".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox