fbpx
14 Marzo 2012

Pedoni a rischio Il Codacons segnala i casi più eclatanti

Pedoni a rischio Il Codacons segnala i casi più eclatanti

Manca la sicurezza per i pedoni che transitano in prossimità di cantieri. quanto hanno verificato gli ispettori Codacons, coordinati dall’ esperto sicurezza stradale e viabilità Franco Lionti, che hanno preparato un dossier a seguito di una verifica. Il Codice della strada è chiaro. “Se non esiste marciapiede o quando questo è stato occupato dal cantiere, occorre delimitare e proteggere un corridoio di transito pedonale, lungo il lato o i lati prospicienti il traffico veicolare, della larghezza di almeno un metro. Detto corridoio può consistere in un marciapiede temporaneo costruito sulla carreggiata, oppure in una striscia di carreggiata protetta, sul lato del traffico, da barriere o da un parapetto di circostanza segnalati dalla parte della carreggiata”. E il Codacons richiama alcuni casi, peraltro già segnalati: la rotatoria di viale Africa all’ altezza di piazza Galatea; il muretto subito dopo l’ ex ingresso della Cittadella universitaria sulla Circonvallazione; il ripristino delle condizioni di sicurezza nell’ area dei cantieri per la ristrutturazione degli edifici di via Papale e di via Luigi Deodato; il tratto di marciapiede all’ angolo tra le vie Lombroso e Cifali, dove da diversi mesi esiste sul marciapiede una fatiscente transenna in tubi innocenti.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox