21 Gennaio 2011

Pedaggi in arrivo sul Gra e sulla Salerno-Reggio Calabria: divampa la polemica

La querelle sui pedaggi su Gra e Salerno-Reggio Calabria ha vissuto oggi una nuova pagina di annunci, conferme e smentite . Con il presidente dell’ Anas, Pietro Ciucci, che ha annunciato il pedaggiamento della Salerno-Reggio Calabria e del Gra. Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha annunciato un nuovo ricorso al Tar "contro questo iniquo balzello", incassando il sostegno del sindaco di Roma. Gianni Alemanno. Poi il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, che ieri aveva annunciato che il decreto sul pedaggiamento era pronto e mancava solo la firma del ministro Tremonti, oggi ha frenato, parlando di "approfondimenti" in corso. Codacons: sul Gra inviteremo i cittadini a non pagare E’ sceso in campo anche il Codacons, che ha annunciato tramite il presidente, Carlo Rienzi che "qualora la sciagurata idea di predisporre pedaggi sul Gra dovesse divenire realtà, metteremo in campo azioni di protesta da parte dei cittadini, e inviteremo gli automobilisti a rifiutarsi categoricamente di pagare qualsiasi pedaggio, fornendo assistenza sul piano legale e dimostrando l’ illegittimità di tale balzello". Adusbef e Federconsumatori: per i pendolari un aggravio di 60 euro al mese "Con prepotenza ed incurante dei pareri espressi dal Tar del Lazio, Anas dichiara che da maggio partiranno nuovi pedaggi, anche sul Grande Raccordo Anulare di Roma" . Per Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef "a farne le spese, nonostante le agevolazioni prospettate, saranno comunque in primo luogo i pendolari, che provengono da fuori Roma e, quindi, transitano proprio su quei nodi autostradali interessati dal pedaggio. Come già calcolato dai nostri osservatori le ricadute per i pendolari potrebbero ammontare a circa 60 euro al mese, per un totale di 720 euro annui". Inoltre, sostengono le due associazioni, "l`inserimento dei pedaggi in tratte trafficatissime per il trasporto merci, quali la Sa-Rc comporterebbe ricadute nella determinazione dei prezzi dei beni trasportati, con effetti importanti inflazionistici". commentano presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Ciucci: saranno oltre 1.200 i chilometri a pagamento Il nuovo capitolo della polemica pedaggi ha preso il via questa mattina quando il presidente dell’ Anas, Pietro Ciucci, dall’ Accademia aeronautica di Pozzuoli (Napoli) ha annunciato che "la A3 Salerno-Reggio Calabria sarà compresa nel decreto che prevede l’ introduzione di pedaggi per i tratti autostradali". Precisando che saranno oltre 1.200 i chilometri sottoposti a pagamento e che "la Salerno-Reggio Calabria sarà compresa nell’ accordo". Poi aveva aggiunto che l’ intervento avverrà "con gradualità e modularità. Nel caso della A3 i primi 100-110 km, fino allo svincolo di Buonabitacolo-Padula, sono già moderni e sicuri e quindi qui è già possibile prevedere il pedaggio". E parlando del Gra di Roma ha detto che "dovrebbe essere inserito nell’ accordo anche perchè il dibattito è partito proprio di qui". E ha precisato che "saranno previste agevolazioni per gli utilizzatori abituali di questi tratti autostradali prima che il sistema entri in funzione". Matteoli frena: sui pedaggi Anas stiamo approfondendo Matteoli tira il freno. Una nota del ministro delle Infrastrutture precisa che alcune notizie sui nuovi pedaggiamenti di tratte autostradali gestite dall’ Anas non trovano fondamento."Sul pedaggiamento di alcune tratte autostradali gestite da Anas é in corso un approfondimento, tenendo conto anche delle istanze degli enti locali e in particolare di coloro che utilizzano le autostrade con frequenza, per motivi di lavoro o per collegamenti nell’ ambito urbano. Dopo questa fase si procederà a redigere il testo definitivo del Dpcm che in atto é in elaborazione". Ieri il ministro aveva invece annunciato che il testo era pronto e aspettava solo la firma del ministro dell’ Economia, Giulio Tremonti. Zingaretti annuncia ricorso al Tar. Alemanno e Polverini lo sostengono Immediata la reazione del presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. "Contro questo iniquo balzello che colpisce studenti, lavoratori, pendolari di Roma e provincia siamo pronti a ripresentare un ricorso al Tar. Lo faremo appena questo governo, che si conferma il governo delle tasse, emanerà il decreto su cui potremo ricorrere". La scorsa estate questa battaglia comune della Provincia e di alcuni comuni dell’ hinterland si rivelò vincente, grazie anche allo stop del Consiglio di Stato , e bloccò gli aumenti che l’ Anas aveva applicato ai caselli autostradali . Dal canto suo il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha annunciato che avrebbe sostenuto gli eventuali tentativi di "far saltare" i pedaggi sul Gra. "Il Gra non sarà a pagamento. Il progetto dell’ Anas – ha dichiarato Alemanno – è soltanto quello di far pagare gli accessi all’ autostrada. Per la gente che si sposta su Roma il Gra è gratuito". Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini ha dichiarato che "La Regione Lazio sosterrà il nuovo ricorso al Tar della provincia di Roma, come ha già fatto in occasione del primo ricorso sul pedaggio relativo al Gra". Meta (Pd): non sappiamo più a chi credere Sulla questione dei nuovi pedaggi Matteoli prende altro tempo, ma è un gioco delle parti con l’ Anas, afferma il capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta . "Sui nuovi pedaggi nei 1300 chilometri di autostrade Anas – dice Meta – non sappiamo più a chi credere". Ha sottolineato che "mancano solo cento giorni all’ avvio del nuovo sistema di video pedaggi, che è costato alle nostre tasche 150 milioni di euro, e la confusione regna sovrana con l’ Anas che insiste affinchè siano colpiti in maniera indiscriminata i pendolari di Roma e provincia, come quelli della Salerno-Reggio e di altri raccordi. E con il Governo che, in un irresponsabile gioco delle parti, non vede l’ ora di fare qualche soldo in più tassando i cittadini che non hanno alternative all’ utilizzo dell’ automobile". ©RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox