31 Agosto 2010

Pedaggi, il Cds decide su aumenti

Pedaggi, il Cds decide su aumenti
 

Tornano d’ attualità i pedaggi autostradali aumentati a luglio dal governo, ma riabbassati su disposizione dei Tar di Lazio e Piemonte. E’ infatti prevista per oggi al Consiglio di stato la discussione nel merito sulla vicenda, dopo che a inizio agosto il Consiglio aveva rigettato la richiesta di sospensiva dell’ ordinanza dei tribunali amministrativi avanzata dalla presidenza del Consiglio dei ministri, che aveva presentato un contro-ricorso urgente contro la decisione dei Tar. La discussione avverrà in camera di consiglio, alla sola presenza cioè degli avvocati delle parti: da un lato l’ Avvocatura generale dello stato, dall’ altro i legali rappresentanti di Provincia di Roma, Codacons e circa 40 Comuni che avevano ricorso al Tar. «Sono in programma 113 cause, noi siamo la 98, la discussione dovrebbe avvenire tra le 12 e le 14», ha spiegato Massimiliano Sieni, dirigente dell’ avvocatura della Provincia di Roma, «abbiamo già presentato diverse memorie scritte nelle quali si replica punto per punto all’ appello dell’ Avvocatura di stato.Riteniamo di dover difendere i diritti dei cittadini e nel merito pensiamo che non c’ è dubbio che se si mette una tassa sull’ autostrada è ovvio che il traffico si sposta sulle strade provinciali, ribaltando i costi a sfavore della Provincia che gestisce la maggior parte di quella rete». Dopo l’ udienza i giudici si ritireranno per la sentenza, che potrebbe arrivare già in giornata ed essere comunicata alle parti mercoledì.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox