20 Ottobre 2018

PAY -TV: SKY E MEDIASET ALLE GRANDI MANOVRE

Il panorama della pay -tv in Italia è radicalmente mutato negli ultimi due anni con l’ arrivo delle streaming -tv e, tre mesi fa, di Dazn. Nonché con la pax di marzo tra Sky e Mediaset con inserimento di 9 canali Mediaset Premium sulla piattaforma Sky e di una selezione di canali Sky sul digitale terrestre su frequenze affittate. Ma a novembre si profilerebbe una svolta radicale: voci non ufficializzate prospettano l’ acquisizione (tecnica, non societaria) della pay -tv berlusconiana da parte di Sky. L’ accordo, che comunque dovrà passare il vaglio dell’ Antitrust, non prevederebbe la cessione in toto di Premium a Sky, bensì dell’ infrastruttura tecnologica attraverso cui Mediaset trasmette sul digitale terrestre: Mediaset resterebbe l’ editore e produttore di contenuti dei suoi canali, ma questi finirebbero materialmente nella disponibilità di Sky. Secondo le ultime rilevazioni Agcom, Sky ha il 77% del comparto della pay -tv in Italia che, complessivamente, conta 6,5 milioni di utenti. Col nuovo passo, Sky aumenterebbe sensibilmente la sua quota. In attesa di (eventuale) ufficializzazione, il fermento attorno alla pay -tv registra anche eventi marginali, ma significativi. L’ Antitrust ha annunciato – dopo segnalazioni di Codacons e Altroconsumo – l’ avvio di una verifica sulle promozioni pre -campionato delle offerte per il calcio in tv su Sky e Dazn. Nell’ offrire il pacchetto -calcio, Sky avrebbe usato lo slogan «il tuo calcio, tutto da vivere», laddove la parola «tutto» strideva con la realtà: Sky non ha più la disponibilità di «tutte» le partite, essendo tre di ogni turno in esclusiva di Dazn e quindi da pagare a parte (anche tramite Sky, con sconto). Per Dazn l’ accertamento concerne i claim sulla garantita disponibilità del servizio e il mese gratuito a chi lo sottoscrive. Sono contestazioni tutte da verificare e certo poca cosa rispetto alle strategie di mercato. Ma evidenziano come tra utenti e broadcaster tv, la chiarezza e semplicità siano ancora una meta lontana. Per districarsi fra codicilli di certe proposte occorrererebbe un… decoder. Da Azzeccagarbugli.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox