5 Luglio 2019

PAUROSO INCENDIO A BRENDOLA: ORA TUTELATE LA SALUTE DEI RESIDENTI

Un rogo a Brendola, vicino Vicenza, ha fatto sprigionare una nube e generato grande preoccupazione tra i cittadini. Il Codacons interviene a tutela della salute pubblica!

I FATTI

L’ombra del disastro ambientale si è materializzata a Brendola, in provincia di Vicenza, la mattina del 1 luglio 2019. Le fiamme – precedute da una serie di esplosioni – hanno avvolto la Isello, un’azienda di vernici e solventi. Il risultato è stato drammatico: aziende e cittadini della zona evacuati, popolazione invitata a tenere chiuse le finestre, una gigantesca nube tossica. E ancora: paura per gli sversamenti nelle acque locali, campionamenti dell’aria, divieto addirittura di consumare frutta e verdura.

Un disastro vero e proprio, dagli effetti ancora tutti da chiarire.

 

ANALISI E VERIFICHE

Subito sono partiti gli accertamenti per verificare eventuali inquinanti. Le prime comunicazioni ufficiali dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale, arrivate nella tarda serata del primo luglio, parlavano di una concentrazione di benzene pari a 120 e 115 microgrammi al metro cubo: oltre venti volte la media annuale. E le analisi hanno riguardato anche le acque, vista anche una corposa moria di fauna ittica: tanto da approntare muri di contenimento, poi parzialmente crollati, per limitare la diffusione degli agenti inquinanti.

Decine di uomini, per giorni, hanno contribuito a limitare i danni, ma la domanda resta lecita: quali conseguenze per la salute e la sicurezza dei cittadini?

 

L’INIZIATIVA CODACONS

Anche per rispondere a questa domanda, per tutelare la popolazione coinvolta e per accertare le ragioni dell’incidente, il Codacons ha deciso di intervenire.

L’Associazione, in questa fase, raccoglie la pre-adesione gratuita dei residenti nella zona: cliccando qui è possibile segnalare la propria posizione e ottenere aggiornamenti sulla vicenda. La preadesione non comporta l’obbligo di aderire in seguito all’eventuale azione legale vera e propria.


È possibile ottenere ulteriori informazioni riguardo l’iniziativa contattando il Numero Unico Codacons 892.007 (qui i costi): gli operatori dell’Associazione forniranno ogni elemento utile per approfondire la vicenda legale e forniranno la loro consulenza ai cittadini interessati.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox