5 Aprile 2016

Paura sul bus, estintori contro l’ autista

Paura sul bus, estintori contro l’ autista

L’ AGGRESSIONE Senza un motivo hanno preso a bastonate l’ autobus della linea 310, poi hanno lanciato l’ estintore contro l’ autista, che è stato colpito al braccio, ed è riuscito a sfuggire al linciaggio di due ubriachi, riparandosi in un altro pullman. E’ accaduto domenica sera poco dopo le 19 alla fermata dell’ autobus in via di Villa Ricotti, ad angolo con viale XXI Aprile, mentre l’ autobus stava per ripartire con molti passeggeri a bordo, che sono stati costretti a scendere dai due sbandati. Sono stati proprio i pendolari a chiamare gli agenti dei commissariati Sant’ Ippolito e Vescovio, che hanno bloccato e arrestato i due senza fissa dimora romani. Si tratta di un trentacinquenne di origini svizzere Massimo T. e di un ventisettenne, Davide C., che hanno creato il panico tra i passeggeri. Con dei bastoni hanno cominciato a colpire l’ autobus, danneggiandolo e costringendo l’ autista a fermarsi tra insulti e minacce. Sono così riusciti a salire a bordo e dopo aver scardinato l’ estintore lo hanno scagliato contro la cabina del conducente, ferendo Giacomo, l’ autista trentaquattrenne originario di Tivoli. Per lui è stato necessario ricorrere alle cure mediche del Policlinico Umberto I, dove gli è stato riscontrato un trauma contusivo al braccio e al ginocchio. Solo la sua prontezza di riflessi ha evitato conseguenze peggiori. L’ autista infatti è riuscito a scendere e a mettersi al riparo all’ interno di un altro bus, che era fermo poco più avanti. Tutto è accaduto sotto gli occhi dei passeggeri che sono rimasti illesi. Gli agenti, dopo averli messi in sicurezza, hanno ricostruito quanto accaduto e portato al commissariato Sant’ Ippolito i due aggressori, che dovranno ora rispondere, in concorso tra loro, dei reati di violenza, danneggiamento aggravato ed interruzione di pubblico servizio. Un episodio che, a seguito delle numerose aggressioni subite dagli autisti e i danneggiamenti dei mezzi Atac, riaccende il dibattito sulla presenza non solo degli agenti in borghese sui bus, ma anche delle telecamere installate a bordo e in città. E’ quanto ribadito anche dal Codacons. Morena Izzo © RIPRODUZIONE RISERVATA.
morena izzo

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this