fbpx
2 Aprile 2015

Pasqua: pochi viaggi, molte uova e colombe, traffico intenso

Pasqua: pochi viaggi, molte uova e colombe, traffico intenso
Le
previsioni di tempo instabile e le difficoltà economiche scoraggiano gli
spostamenti di lungo raggio, confermata la maxi spesa per uova e
colombe

Complici il meteo (che non promette bene), gli allarmi terrorismo (che spaventano) e le difficoltà economiche (che continuano a premere), quest’anno sarà una Pasqua senza troppi spostamenti. Secondo una stima di Federalberghi, l’85% degli italiani non si muoverà di casa, e chi lo farà approfitterà dell’ospitalità di parenti e amici (32,4%), piuttosto che di alberghi (26,9%), casa di proprietà (15%), b&b (6,4%) o un appartamento in affitto (4,2%). Conferma Federconsumatori: solo il 7,3% delle famiglie (1,78 milioni) partirà per le vacanze pasquali, e chi partirà sceglierà soggiorni brevi di 2-3 giorni e mete non troppo distanti.

Tempo instabile

A scoraggiare le gite fuori porta cono prima di tutto le condizioni meteorologiche: le previsioni dicono che, da venerdì, l’aria fredda proveniente dal Nord Europa farà scendere le temperature, con instabilità in tutta Italia. Al Centro-Nord sia sabato che domenica sono previste piogge sparse, specie sul Triveneto e sull’Emilia Romagna. Al Sud tempo instabile, con piogge sulle regioni adriatiche centrali. La giornata di lunedi vedrà un generale miglioramento al Nord e sulle due isole maggiori mentre il resto della penisola sarà ancora interessata da tempo instabile, specie le regioni meridionali.

Traffico intenso

Secondo le previsioni Anas, il traffico sarà comunque intenso su strade e autostrade per tutto il ponte di Pasqua, ma particolarmente problematico sarà venerdì pomeriggio e sera, sabato mattina, lunedì sera e martedì mattina. I veicoli superiori a 7,5 tonnellate non potranno circolare dalle 14 alle 22 di venerdì, dalle 8 alle 16 di sabato, dalle 8 alle 22 di domenica e lunedì. «È stato predisposto un piano di interventi coordinati sulla rete stradale e autostradale di competenza, di oltre 25 mila km , per fronteggiare i maggiori flussi di traffico previsti per le prossime festività di Pasqua, con la riduzione dei cantieri e il potenziamento della presenza del personale», spiega l’Anas. Traffico intenso anche all’aeroporto di Fiumicino, dove Adr stima per le festività di Pasqua un flusso di oltre 900 mila passeggeri con un incremento complessivo di circa il 6% rispetto allo scorso anno.

I controlli rafforzati

Intanto le forze dell’ordine sono pronte a presidiare le località a rischio terrorismo. A Roma pattuglie a piedi, a bordo di autoradio, moto, in abiti civili sorveglieranno l’intera Capitale e la Provincia. Nei pressi delle Basiliche e nelle principali piazze saranno attive le Stazioni Mobili dei Carabinieri dove i cittadini potranno rivolgersi per qualsiasi problema.

A tavola non si risparmia

La tavola resta un punto fermo della Pasqua del nostro Paese: nonostante le difficoltà economiche, anche quest’anno verranno spesi 400 milioni di euro solo per uova e colombe. Il consiglio del Codacons è di puntare sugli hard discount e gli ipermercati per gli acquisti, e di guardare i prezzi al chilo, e non a confezione. Spesa maxi anche per il pesce del venerdì santo: Coldiretti stima un consumo di circa 15 milioni di chili e una spesa di 140 milioni di euro. Il suggerimento, in questo caso, è di acquistare direttamente dal pescatore e verificare l’area di pesca, che dal mese di dicembre 2014 deve essere indicata sull’etichetta.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox