3 Aprile 2002

Pasqua, 68 morti sulle strade

INCIDENTI, TRAGICO BILANCIO. LA METÀ AVEVA MENO DI 30 ANNI

Pasqua, 68 morti sulle strade


Sessantotto morti e 1969 feriti. È il tragico bilancio degli incidenti stradali avvenuti durante le vacanze di Pasqua. Secondo i dati forniti dal dipartimento della pubblica sicurezza, tra il 29 marzo e il primo aprile sono stati 57 gli incidenti mortali e 68 i morti, contro 51 incidenti mortali e 58 vittime nel 2001.
Rispetto allo scorso anno sono invece diminuiti gli incidenti con feriti (2230 contro i 2592 del 2001) e le persone coinvolte (1969 contro i 2069 dello scorso anno).
Dei 68 morti sulle strade, quasi la metà, aveva meno di 30 anni. Un terzo degli incidenti registrati tra venerdì e lunedì scorsi è avvenuto di notte. L`analisi degli esperti della Polizia stradale rileva inoltre come per oltre il 30% degli incidenti la causa sia la distrazione, la stanchezza o la troppa velocità. Comportamenti autonomi, dunque, del conducente che possono creare però danni gravi anche ad altri.
Sul ponte di Pasqua sono poi fioccate le multe: 30.291. erano infatti 7.200 le pattuglie della Polstrada che hanno vigilato su strade e autostrade per il piano di sicurezza.
In particolare, secondo i dati della Polizia stradale: sono state 10.669 le contravvenzioni per eccesso di velocità; 3.441 quelle per il mancato uso delle cinture di sicurezza; 638 per il mancato uso del casco; 364 quelle per guida in stato di ebbrezza che con le 15 per guida sotto l`effetto di stupefacenti prevedono oltre alla pena pecuniaria un provvedimento del giudice trattandosi di reati penali.

Intanto il Codacons ha annunciato che intenterà una maxi-causa di risarcimento danni per le vittime registrate sulle strade nelle vacanze pasquali. Come anticipato nei giorni scorsi in linea generale, il Cocacons chiederà ai Ministeri degli Interni e della Difesa complessivamente 1 milione di euro di risarcimento danni ed incaricherà l`autorità giudiziaria di accertare se effettivamente i due dicasteri abbiano attuato le misure necessarie a tutelare la sicurezza dei cittadini sulle strade. I dati diffusi dal Viminale – a giudizio del Codacons – non lasciano dubbi: i 68 morti nel ponte rappresentano ancora una vera e propria strage sulle strade.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox