2 Dicembre 2005

Parmalat e Granarolo rassicurano: ora nei supermercati solo alimenti senza Itx

Parmalat e Granarolo rassicurano: ora nei supermercati solo alimenti senza Itx. L`Europa: non servono misure comunitarie
Prodotti a rischio via dagli scaffali


Ritirate in tutta Italia confezioni di latte, panna e succhi di frutta



ROMA – Confezioni di latte e di panna ritirate, di lotti di succhi di frutta sospettati di avere l`Itx riconsegnati al produttore in cambio di altri “sicuri“. Che si tratti di grandi magazzini come la Coop, Carrefour e Basko o di prodotti Granarolo o Parmalat, in questi giorni è tutto in via vai. E nel giorno in cui i legali della Tetra Pak escono dagli uffici del magistrato di Ascoli con la certezza per ora di non essere tra gli indagati, l`Europa decide che a livello comunitario per ora non c`è bisogno di sequestri o ritiri. “Abbiamo ritirato i lotti sospetti per precauzione. Ora i nostri prodotti nei negozi sono assolutamente privi di Itx“, dicono ad esempio alla Parmalat che come la Granarolo ha ritirato i lotti sospetti. La Tetra Pak aveva già annunciato che dal 30 ottobre non vendeva più confezioni col sistema offset che aveva causato la presenza del fissatore per inchiostro nel latte per bambini, ma c`era la possibilità che in giro fossero rimaste confezioni antecedenti e così sono scattati ritiri che la Coop e la Carrefour hanno consigliato con una serie di circolari alle loro filiali. Il tutto mentre continuano le indagini ad Ascoli – ascoltati i legali della Tetra Pak che giurano: non vi era Itx nelle confezioni esaminate da Altroconsumo – e a Roma si moltiplicano summit e polemiche. Il ministro dell`Agricoltura Alemanno ha incontrato i dirigenti della multinazionale e le associazioni dei consumatori che chiedono il sequestro dei lotti sospetti e ipotizzano azioni legali. Stando a Codacons e Adusbef, infatti, i limiti di Itx trovati all`interno di confezioni di tetra pak “sono di otto volte superiori ai limiti di tossicità ammessi dall`ente americano Epa“: le tabelle dell`agenzia statunitense prevedono un limite di Itx di 30 grammi al litro“. E dall`Europa arrivano messaggi letti in modo diverso. “Non c`è alcuna necessità di misure a livello comunitario come il ritiro dal mercato dei prodotti coinvolti sulla base delle conoscenze oggi disponibili“, dice la commissione Europea sulla vicenda Itx. Ma la dichiarazione non deve far cantare vittoria a Nestlé e Tetra Pak: “Le due aziende hanno il dovere della prudenza, dice un comunicato del ministero della Salute, invitandole a non spacciare per definitive le prime analisi sulla sicurezza della loro produzione. “L`Efsa ha detto con chiarezza che l`assenza di rischi immediati per la salute è riferita alle attuali conoscenze, ai livelli sinora riscontrati. Il fatto che l`Europa non abbia ritenuto di fare ritiri dei prodotti non significa che non debbano esservi controlli, che ministero Regioni continueranno a fare“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox