12 Novembre 2019

Parcometri in tilt: falsa partenza, intanto il sindaco fa… il vigile

VIMERCATE (tlo) Parcometri in tilt: falsa partenza per il nuovo metodo di pagamento della sosta in città. In funzione dall’ inizio della scorsa settimana, le colonnine hanno subito mostrato alcuni problemi. Bella giornata di martedì è risultata inutilizzabile quella al servizio dei posteggi di via Vittorio Emanuele Ii. Martedì, invece, è stata la volta di quella di via Bakhita, accanto alla Galleria Marconi. Molti gli automobilisti che non essendo a conoscenza dell’ alternativa (valida fino a fine anno) del pagamento con i «Gratta e sosta», sono stati costretti ad andarsene senza posteggiare nel timore di incorrere in sanzioni. Nel frattempo la decisione di estendere le aree a pagamento anche agli stalli di via Cereda e a metà del parcheggio Sant’ Antonio (il più strategico per il centro cittadino) ha provocato come noto una levata di scudi da parte di residenti e lavoratori del centro, che hanno sottoscritto anche una petizione inviata al sindaco Francesco Sartini. Primo cittadino che però ha già fatto sapere di non voler fare marcia indietro. Nella vicenda è intervento anche il Codacons, che ha diramato un comunicato con il quale annuncia di aver inviato una diffida al Co mune. «E’ necessario fare chiarezza sull’ improvvisa estensione dei parcheggi a pagamento nel centro cittadino – si legge nel comunicato – Invieremo una diffida all’ amministrazione comunale di Vimercate al fine di risolvere tale situazione lesiva nei confronti dei residenti». Intanto proprio lo stesso sindaco nella giornata di giovedì scorso ha voluto verificare con mano la situazione del parcheggio di sant’ Antonio, la cui metà a pagamento è praticamente semi deserta mentre l’ altra metà si riempie già di prima mattina. Accompagnato dl comandante della Polizia locale, Vittorio De Biasi, Sartini ha preso visione di una sire di stalli dove le radici delle piante che dividono la parte a pagamento da quella a disco orario, hanno seriamente danneggiato l’ asfalto, e dove bisognerà procedere con una serie di lavori (venerdì sono state posate le transenne). Lavori che per altro saranno effettuati a strisce blu ormai già dipinte e che quindi dovranno essere poi rifatte. Lo stesso sindaco, in occasione del sopralluogo di giovedì pomeriggio, non ha potuto fare a meno di gettare un occhio ai parabrezza delle auto posteggiate nella zona a pagamento per verificare se i conducenti avessero effettivamente pagato il dovuto (25 centesimi ogni mezz’ ora di sosta).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox