8 Maggio 2019

Parcheggione al via tra le polemiche

di FABIO LUONGO – LISSONE – DA QUALCHE pendolare sono piovute lamentele, dal Codacons arriverà un esposto in Procura. Nel mirino i disagi che hanno colpito lunedì i viaggiatori della stazione Fs lissonese: sotto accusa il mancato avviso con largo anticipo, da parte del Comune, della chiusura del vecchio parcheggio dell’ ex scalo merci per lavori di riqualificazione, contestualmente all’ apertura del nuovo, più ampio posteggio proprio lì accanto. È POLEMICA SULLA temporanea chiusura dei posti auto a ridosso della Ciclostazione nello stesso giorno in cui sono stati resi accessibili i 105 nuovi posteggi appena realizzati: all’ origine dei problemi il fatto che il blocco dell’ accesso al vecchio parcheggio fosse sì previsto nell’ ordinanza emessa dal municipio, ma non sia stato annunciato per tempo ai pendolari, che in qualche caso sono giunti in stazione poco prima dell’ arrivo del treno e, dovendo lasciare l’ auto più distante, hanno rischiato di perdere la corsa. Una situazione che ieri ha spinto il Codacons ad annunciare la presentazione di un esposto in Procura per fare chiarezza su quanto accaduto. L’ associazione dei consumatori parla di «gravi disagi per gli automobilisti a causa della mancata comunicazione di chiusura del parcheggio» e invita ad «accertare eventuali responsabilità». Il Codacons si è mosso sulla scorta delle polemiche sollevate da alcuni esponenti dell’ opposizione. «Hanno chiuso il vecchio parcheggio della stazione – spiegano dall’ associazione consumatori -, ma, a detta dei consiglieri comunali dell’ opposizione, ciò sarebbe avvenuto senza alcun avviso, a danno degli automobilisti pendolari. La mancanza di tale comunicazione avrebbe causato effettivamente disagi ai pendolari, che, dovendosi spostare a Milano per lavoro e non essendo stati avvertiti della chiusura di uno dei due parcheggi, rischiano, all’ ultimo, di non trovare un posto per la propria auto e di perdere il treno». «PRESENTEREMO – concludono dal Codacons – un esposto in Procura per accertare eventuali responsabilità». A puntare per primo il dito contro l’ accaduto è stato il capogruppo di FI Daniele Fossati, lui stesso pendolare. «Ma si può pubblicizzare dappertutto l’ apertura del nuovo parcheggio senza specificare che quello vecchio resterà chiuso? – accusa Fossati -. La gente che va a lavorare non può rischiare di perdere il treno perché hanno dimenticato di avvisare a caratteri cubitali che sarà chiuso uno dei due parcheggi». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox