1 Agosto 2006

Pallone & soldi La Juve oggi alla Conciliazione del Coni

Pallone & soldi La Juve oggi alla Conciliazione del Coni. Le strategie dei network tv

Roma. A tutta B. Non è il titolo di una trasmissione sportiva televisiva, ma l`interesse che la “B“ con Juve, Napoli, Genoa, Bologna e compagnia sta scatenando sul fronte dei diritti televisivi. Ma non solo, anche su quello dei processi sportivi. Se Milan, Lazio e Fiorentina preannunciano ricorsi contro la sentenza-cancellino della Corte federale e il Codacons denuncia l`irregolare composizione della Corte stessa, la nuova Juve deposita oggi (a calendario ci sono già i ricorsi di Adriano Galliani e del Treviso Calcio, retrocesso, contro i salvataggi del trio MiLaFio) il ricorso alla camea di conciliazione del Coni dove si sono rivolti anche Moggi e Giraudo. La Juve chiede la A con penalità, ma si accontenterebbe di un`ipotesi-B senza penalizzazioni-di conciliazione, aprendo all`azionariato popolare. Telecamere sulla B. La serie B 2006-2007 è molto più di una serie cadetta. Infatti un esperto di marketing e di calcio come Michele Uva lancia la sua provocazione: “Devono cambiargli nome, basta con l`idea riduttiva di una serie B. Vendano il nome ad uno sponsor, la chiamino campionato italiano, o come credano. Ma se c`è un momento nel quale possono fare rinascere la vecchia serie B è proprio questa“. Le prime sentenze della giustizia sportiva ne hanno ridisegnato il volto tanto che la torta dei diritti tv è diventata all`improvviso molto più saporita. Rai, Mediaset, Sky, Sport Italia, La7. La Rai detiene i diritti per altri due anni per gli highlights in chiaro (il 90° minuto), mentre Sport Italia lo scorso anno aveva siglato un accordo per anticipo-posticipo e play off. Ma visto che nel frattempo l`emittente si è spostata sul satellite (piattaforma Sky), in Lega si sta pensando di recedere il contratto e uniformare la proposta. Quattro mesi fa poi l`emittente era intenzionata a mollare, mentre ora ci sta ripensando seriamente. Mediaset e La7 hanno i diritti digitali della Juve , Sky sul satellitare. Sia Sky che Mediaset hanno già confermato di voler rispettare gli accordi presi con i bianconeri, anche se forse verrà ridiscusso il valore dell`intesa per il satellite. In Lega sono intenzionati ad uniformare la proposta e valutano il pacchetto 40 milioni: senza le gare interne della Juventus, che è legata a Sky. La quale Sky ha ottimi rapporti anche con Genoa e Napoli. E siccome i diritti per ora restano individuali c`è da ipotizzare la pole per Sky. Il prezzo della B è tutto da determinare, anche perché bisogna vedere quando si giocherà: sabato o domenica? Al sabato senza entrare in concorrenza con la serie A è molto più appetibile per le tv. E per le stesse società: e infatti in ambienti Rai si sta seriamente valutando l`opportunità di dare il via al canale a pagamento Rai, magari in joint venture con la stessa Lega. Juve: azioni popolari e ricorsi. “Senza togliere niente agli azionisti della Juventus, verso i quali sono sempre stato fedele, amerei molto avere un azionariato popolare“. Lo dice il neo presidente della Juventus Cobolli Gigli annunciando anche l`impalcatura del ricorso alla Camera di conciliazione del Coni. “Come presidente e tifoso – prosegue Cobelli Gigli – ritengo che una soluzione equa sarebbe la serie A con una penalizzazione anche forte. Spogliandomi del mio ruolo, invece, arrivo a dire che anche una B senza penalizzazione potrebbe essere accettabile in chiave economica e programmatica“. Il ricorso sarà depositato oggi. “La Juventus ha subito enormi danni finanziari sia come società che dal punto di vista del marchio – ha detto Cobolli Gigli – Le perdite dei ricavi della Champions League, le sanzioni che dovremo pagare e i rigidi costi della nostra struttura ci rendono in grado di sopportare una stagione in B, ma se solo ci avessero spedito in C allora probabilmente avremmo dovuto liquidare. Spero che il Coni possa venirci incontro e ridurci la pena“. L`obiettivo è il ritorno immediato in A. E tra i campioni mondiali Cobolli conta ancora sulla “parola“ di Buffon (“resterei“) e la possibilità di convincere qualcun altro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox