2 Luglio 2011

Palio di Siena, vittoria dell’ Oca Inchiesta sulla morte del cavallo

Palio di Siena, vittoria dell’ Oca Inchiesta sulla morte del cavallo
 

SIENA La contrada dell’ Oca ha vinto il Palio di Siena dedicato alla Madonna di Provenzano con il cavallo Mississippi montato da Giovanni Atzeni, detto "Tittia". Ma a tener banco è ancora l’ incidente che ha provocato la morte del cavallo della Chiocciola Messi. La magistratura senese ha aperto un’ inchiesta ancora prima dell’ arrivo degli esposti annunciati dal Codacons e dagli animalisti. L’ apertura dell’ inchiesta è stata confermata dal magistrato titolare del fascicolo, Nicola Marini, che ha spiegato di aver dato il via alle indagini prima che sul suo tavolo arrivassero gli esposti delle associazioni animaliste e del Codacons. Intanto, l’ ufficio stampa del Comune ricorda che nel maggio 2011, poco prima di lasciare il Parlamento per la carica di sindaco di Siena, Franco Ceccuzzi ha presentato una proposta di legge dal titolo "disposizioni per la tutela del palio di Siena" in cui spiegava che "è giunto il momento che la Repubblica Italiana riconosca al Palio quel valore di tutela e salvaguardia che merita: ed è questa la finalità della presente proposta di legge, tesa a valorizzare tutto ciò che la manifestazione senese ha dimostrato di essere e testimoniare, sia sotto il profilo storico-culturale, sia sotto quello organizzativo". Il tragico episodio di ieri nelle prove del palio "complica e rende praticamente impossibile" l’ avvio anche per il 2012 della procedura di candidatura Unesco per il riconoscimento di questa tradizione all’ interno della lista dei beni immateriali prevista dalla convenzione del 2003. A sostenerlo in una nota è Francesco Giro sottosegretario ai beni culturali, secondo il quale "condizione necessaria per la candidatura è il consenso pubblico che qui appare assai controverso e non certo diffuso nè tantomeno unanime". Il ministro per il Turismo, Michela Vittoria Brambilla, ritiene che sia stato "giusto" non candidare il Palio di Siena a patrimonio dell’ umanità. "Perchè – ha spiegato a margine della terza giornata della coscienza degli animali a Milano – non è un’ immagine dell’ Italia che vogliamo dare, quella che prevede un divertimento che contempla la morte di animali". "Non è l’ Italia che vogliamo promuovere quella che, per esempio, si è vista su Youtube con il filmato del Palio di Ronciglione in cui una cavalla ha perso la vita", ha aggiunto il ministro. "Credo sia giunto il momento di rivedere tutte quelle manifestazioni che vedono lo sfruttamento di animali per divertire il pubblico e non c’ è una manifestazione che sia intoccabile, nemmeno il Palio di Siena".
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox