23 Febbraio 2016

PALACANNIZZARO LADRI IN AZIONE

PALACANNIZZARO LADRI IN AZIONE
vittima studentessa. dal bagaglio
custodito nella stiva si sono presi due orologi e un carnet di buoni
pasto valigia «svuotata» durante il volo da torino

sia questo il caso) armati di chiavistelli avevano divelto il portone di ingresso e rotto i vetri delle finestre per trovare sistemazione all’ interno della struttura sportiva, dove avevano anche manomesso la centralina dell’ acqua. Qualche tempo prima poi la stessa area era stata presa di mira da diversi extracomunitari che avevano completamento distrutto la pista di skateboard, al centro, tra l’ edifico del Palacanizzzaro e gli spogliatoi. In altre occasioni ignoti avevano preso di mira, a qualche centinaio di metri, nello stadio comunale “Marco Tomaselli”, gli spogliatoi ed altre attrezzature. Una violenza gratuita distruttiva che, ancora una volta, penalizza pesantemente l’ attività sportiva dei nisseni. Ma non sono solo le strutture sportive, in questi ultimi tempi, ad essere diventate bersaglio di atti vandalici o azioni ladresche. Soltanto qualche giorno fa, e questo è forse uno dei “colpi” più gravi registrati negli ultimi tempi, gli uffici dell’ Azienda Sanitaria Provinciale di via Cusmano, sono stati presi di mira dai vandali che hanno completamente devastato ben sessanta stanze. L’ Asp aveva già subito danni di questo genere, anche se non di questa portata, negli uffici dell’ ex condotta medica, situati nel quartiere Angeli, e nei locali dell’ ex Dubini, dove adesso si trova la centrale operativa del 118. In entrambi questi ultimi casi i ladri hanno portato via per lo più personal computer e altre attrezzature da ufficio. Certo è che in tutti questi casi urge la necessità di valutare il più velocemente possibile il posizionamento o l’ ampliamento di impianti di videosorveglianza – in realtà ancora troppo pochi – che di certo scoraggerebbero la furia dei vandali e le cattive intenzioni dei ladri. La videosorveglianza sarebbe comunque un supporto al lavoro svolto dalle forze dell’ ordine che, il più delle volte, non possono che basarsi sulla raccolta delle impronte digitali lasciate dai malviventi. (*RICI*) …Due orologi, qualche oggetto e un carnet di buoni pasto. Non ha fruttato moltissimo il furto ai danni di una giovane studentessa nissena che nel fare ritorno da Torino – dove frequenta l’ università – al capoluogo, è stata derubata di ciò che aveva lasciato all’ interno del suo bagaglio. L’ episodio si è verificato qualche giorno fa quando la ventenne si è imbarcata all’ aeroporto di “Torino Caselle” per prendere il volo che l’ avrebbe portato all’ aeroporto “Fontanarossa di Ca tania”. Come di consueto la giovane ha consegnato il bagaglio, che è stato riposto nella stiva dell’ aereo, per ritirarlo una volta atterrata in Sicilia. È stato solo quando è arrivata finalmente a casa che la ragazza si è accorta di quello che era successo. Dal bagaglio mancavano infatti due orologi che la studentessa aveva acquistato a Torino e che stava portando a casa, qualche oggetto e un carnet di buoni pasto, tutto per un valore complessivo di duecento euro. A quel punto per la ventenne non è rimasto altro da fare che sporgere regolare denuncia all’ Ufficio Relazioni con il Pubblico della questura. Si tratta dell’ ennesimo furto di questo tipo. La cronaca è infatti piena di casi in cui i bagagli dei viaggiatori vengono svaligiati da malviventi senza scrupoli che si appropriano di tutto ciò che trovano all’ interno delle valigie che ignari viaggiatori imbarcano confidando nella cura e attenzione della compagnia aerea. Qualche anno fa a Catanzaro scattarono arresti e obblighi di presentazioni per 86 dipendenti di varie compagnie aeree di cui alcune molto note. Le indagini erano partite dall’ aeroporto di Lamezia Termine dove erano stati denunciati un centinaio di casi di furti e danneggiamenti di bagagli. Il Codacons ricorda che i passeggeri in questi casi hanno diritto non solo al rimborso dei danni patrimoniali subiti, ma anche ad un risarcimento per i danni non patrimonia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox